martedì - 12 dicembre 2017

 
#Totò Riina#messina denaro#carabinieri#polizia municipale#oroscopo

Ricerca

Hai cercato: "processo stato mafia"

Al centro il contenuto delle ultime intercettazioni

Processo Stato-mafia, il boss Giuseppe Graviano deporrà il 20 ottobre

La data è stata fissata all’udienza di oggi dai giudici che celebrano il dibattimento. Graviano, storico capomafia di Brancaccio dal 1994 al 41 bis, verrà sentito in videoconferenza.

0 condivisioni

il boss parla dei presunti favori fatti all'ex premier dalla cosca di brancaccio

Trattativa Stato-mafia: respinta richiesta audizione Putin, le intercettazioni di Graviano su Berlusconi entrano nel processo

Tra i dialoghi che verranno trascritti ci sono, inoltre, anche quelli tra Graviano e Adinolfi e tra Graviano e i suoi familiari in cui si parla del concepimento in carcere del figlio del capomafia di Brancaccio. Il boss aveva confidato al camorrista di avere incontrato e messo incinta la moglie mentre era detenuto al 41 bis.

0 condivisioni

A chiederla l'avvocato Basilio Milio

Processo Trattativa Stato-mafia, difesa Mori chiede citazione Vladimir Putin

L’istanza è subordinata all’ammissione, ancora non disposta, dalla Corte d’assise di Palermo delle intercettazioni in cui il boss Giuseppe Graviano parla in carcere degli attentati in cui morirono Falcone e Borsellino.

0 condivisioni

Processo Stato-mafia, depositate le intercettazioni a carico di Graviano, partecipa Riina

Secondo una relazione di un agente di polizia penitenziaria resa nota dal Pm Nino Di Matteo Riina sarebbe perfettamente lucido e comprendewrebbe il contesto in cui si trova senza problemi

0 condivisioni

dopo il parere della cassazione sulla "morte dignitosa", infuria la polemica

Riina di nuovo in barella, in videoconferenza con i giudici di Palermo per il processo sulla trattativa Stato-mafia

Il boss mafioso Totò Riina si è presentato davanti ai giudici di Palermo in videoconferenza dall’ospedale di Parma per seguire l’udienza del processo sulla trattativa Stato-mafia, come ieri (nel processo a Firenze sulla strage del treno 904) era disteso su una barella. Riina è detenuto a Parma dal 2013, ed è da 24 anni in carcere.

0 condivisioni

Nino Di Matteo lascia la Procura di Palermo ma resterà pm del processo sulla trattativa Stato-mafia

Dopo 18 anni il pm Nino Di Matteo lascia la procura di Palermo per trasferirsi a Roma alla Direzione nazionale antimafia.

0 condivisioni

Confermati 14 anni di carcere al nipote Francesco Guttadauro

Mafia, aumentata in appello pena alla sorella del boss Messina Denaro, arrestato imputato in aula durante il processo (FOTO)

La Corte d’appello di Palermo ha condannato a 14 anni e 6 mesi di carcere Anna Patrizia Messina Denaro, sorella del boss latitante Matteo Messina Denaro.

0 condivisioni

il volume di gaetano immè edito da bonfirraro

“Attacco al potere comunista”: in un pamphlet tutta la verità sugli intrighi, le collusioni, gli omicidi di mafia utili alla sinistra

Sono tanti, troppi gli interrogativi che hanno spinto Gaetano Immè, storico romano dalle origini aretusee esperto di politica, a redigere “Attacco al potere comunista – gli intrighi, le collusioni, gli omicidi di mafia utili alla sinistra”, edito da Bonfirraro e in libreria dalla fine del mese di novembre che abbraccia un ampio arco di tempo che va dalla Guerra fredda, al patto criminale degli anni ’90 fra Pci e mafia.

0 condivisioni

Sul banco degli imputati Adele Velardo, il marito si è ucciso in carcere

Omicidio di Falsomiele, il testimone oculare al processo ricostruisce le fasi della sparatoria

Ha sentito gli spari, poi ha indietreggiato con l’auto e dallo specchietto retrovisore ha visto l’assassino esplodere colpi di pistola contro Vincenzo Bontà, ucciso assieme a Giuseppe Vela, a marzo 2016 in via Falsomiele.

0 condivisioni

Morte Totò Riina, parlano Ultimo, l’uomo che lo catturò, Grasso e l’ex Pm del processo trattativa

Poche parole dall’uomo che catturò il capo dei capi di Cosa Nostra, commenta su facebook il presidente del senato mentre richiama il processo Stato mafia l’ex Pm Antonio Ingroia

0 condivisioni

Venticinque condanne in appello per boss e gregari della mafia di Bagheria, nomi e pene inflitte

La Corte d’Appello di Palermo ha confermato l’impianto accusatorio e 25 condanne inflitte aipresunti boss e gregari della mfia di Bagheria

0 condivisioni

Processo a Palermo alla ‘Black Axe’ la mafia nigeriana, 5 rinviati a giudizio nella notte (FOTO)

Complessivamente sono 19 gli imputati (23 erano stati i fermi durante l’operazione) ma quattordici di loro hanno scelto il rito abbreviato. Udienza fiume fino a notte per evitare la scadenza dei termini di custodia per gli altri

0 condivisioni

La lotta alla mafia

Federico Cafiero de Raho è il nuovo procuratore nazionale antimafia

Napoletano, 65 anni, de Raho e’ stato a lungo pm a Napoli e ha legato il suo nome al processo ‘Spartacus’ che, scaturito dalle dichiarazioni del primo pentito dei casalesi Carmine Schiavone, porto’ all’azzeramento della cupola del clan.

0 condivisioni

definì Marianpo agate "un pezzo di m..."

Non è lecito offendere un boss neanche se condannato per mafia, la Cassazione rimanda a processo un blogger

Anche un boss di mafia come Mariano Agate, capo mandamento di Mazara condannato all’ergastolo per la strage di Capaci ha diritto alla “dignità” e non può essere paragonato ad un escremento.

0 condivisioni

La deposizione di Marzia Fragalà

Omicidio Fragalà, al processo la testimonianza della figlia: “Mio padre ritenuto ‘avvocato sbirro'”

“E’ una forma di rispetto per la figlia del collega”, dice uno dei difensori degli imputati: sei mafiosi sotto processo davanti alla corte d’assise di Palermo con l’accusa di omicidio aggravato.

0 condivisioni

per impedimento a partecipare del legale di mario mori

Trattativa Stato-mafia: udienza rinviata al 14 dicembre

Alla prossima udienza la Corte di Assise scioglierà alcune riserve sulle richieste di produzione documentale avanzate dalle parti e poi dovrebbe dichiarare chiusa l’istruttoria dibattimentale, dando la parola ai pm per l’inizio della requisitoria.

0 condivisioni

avrebbe dovuto riferire su una intercettazione su berlusconi

Trattativa Stato-mafia, il boss Graviano non risponde ai giudici

Il boss ha potuto evitare di rispondere alla Corte in quanto indagato in un procedimento connesso, stato che gli da la facoltà di restare in silenzio.

0 condivisioni

l'analisi di Vicenzo MUsacchio

Il quarto livello della mafia: cos’è e da chi è composto?

Dopo il  fallito attentato dell’ Addaura del 21 giugno 1989, Giovanni Falcone affermò testualmente: “Ci troviamo di fronte a menti raffinatissime che tentano di orientare certe azioni della mafia. Esistono forse punti di collegamento tra i vertici di Cosa Nostra e centri occulti di potere che hanno altri interessi. Ho l’ impressione che sia questo

0 condivisioni

motivo del contendere le presunte dichiarazioni su berlusconi

Trattativa Stato-mafia, scontro tra periti su intercettazioni boss Graviano

Si tratta di un passaggio chiave di uno dei dialoghi intercettati in cui, secondo l'accusa che ha depositato le conversazioni audio e le trascrizioni, il capomafia parla di presunti favori fatti da Silvio Berlusconi a Cosa nostra, che la mafia avrebbe ricambiato con le stragi del '92 e del '93.

0 condivisioni

A chiederle i pm della Dda di Palermpo

Mafia e appalti pilotati, chieste condanne per imprenditori

Chiesta la condanna a 12 anni dell’imprenditore Rosario Firenze, accusato di associazione mafiosa, fittizia intestazione di beni e turbata libertà degli incanti.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.