Sono un uomo e tre donne le persone arrestate e condotte in carcere per associazione per delinquere finalizzata alla violenza sessuale su minorenni nell’ambito dell’inchiesta ’12 apostoli’ della Procura distrettuale di Catania.

Gli arrestati sono Pietro Capuana di 73 anni, che per un quarto di secolo ha diretto la comunità ‘Cultura ed Ambiente’ di Aci Bonaccorsi (e non Aci Sant’Antonio come scritto precedentemente) , una vera e propria setta, condotto in carcere. E tre donne poste ai domiciliari: Fabiola Raciti di 55 anni, Rosaria Giuffrida di 57 e Katia Scarpignato di 48.

L’inchiesta è stata avviata in seguito alla denuncia dettagliata della mamma di una ragazzina finita nel giro del gruppo religiosa di Aci Sant’Antonio.

E’ stata lei a consegnare agli investigatori  uno smartphone con delle conversazioni in chat che evidenziavano le intenzioni degli organizzatori religiosi che chiedevano alle ragazzine avvicinate di scrivere delle lettere contenenti dichiarazioni d’amore nei confronti di Capuana.

foto archivio