legalità

la proposta del sottosegretario simona vicari

Un “codice rosa” per vittime di abusi
La proposta della Vicari da Palermo

Si tratterebbe di una corsia “dedicata” nei pronto soccorso utile ad assistere al meglio donne, minori e chiunque sia vittima di violenze “culturalmente orientate” ma anche strumento per convincere le vittime a denunciare i propri aguzzini

commenta
0 0

Per vendere prodotti siciliani nelle fiere del nord d'Italia

Crocetta denuncia “Il Padrino sas”
Utilizza il logo della Regione Siciliana

Il Padrino dolcezze siciliane

Una società che si chiama “Il Padrino – The God Father” usava senza autorizzazione il logo della Regione Siciliana per promuovere e vendere prodotti agroalimentari in fiere itineranti per il Nord d’Italia. Per queste ragioni il governatore Rosario Crocetta ha presentato un esposto contro le società “Il Padrino sas” e “The God Father sas”.

commenta
0 0

vittima di pesanti minacce, potenziate le misure di sicurezza

Scorta civica al Tribunale di Trapani per il procuratore capo Viola

marcello viola

Nuovo presidio di 'Scorta civica' davanti al Tribunale di Trapani in segno di solidarietà al Procuratore Marcello Viola. Ogni giorno, dalle 10 alle 12 un gruppo del comitato sosterà davanti al Palazzo di giustizia di Trapani. A febbraio il prefetto di Trapani ha potenziato le misure di sicurezza per Viola ed altri 7 magistrati del tribunale di Trapani.

commenta
0 0

in prefettura le audizioni della commissione antimafia

Rosy Bindi: “A Catania c’è uno stretto rapporto tra mafia e economia”

Rosy Bindi a Catania

A Catania ol presidente della Commissione parlamentare Antimafia Rosy Bindi ha incontrato la stampa  al termine delle audizioni con i componenti della commissione e i rappresentanti di forze dell’ordine, procura, Dda e Dia di Catania.

commenta
0 0

Dal caffè Mafiozzo al limoncello Don Corleone

Allarme “brand mafia” nel mondo
Coldiretti: “Oltraggio insopportabile”

Prodotti con il brand mafia

La mafia utilizzata come un brand per pubblicizzare e vendere prodotti alimentari. La denuncia arriva da Coldiretti, che ha censito e mostrato gli esempi più scandalosi di prodotti agroalimentari venduti in Italia, in Europa e nel mondo, con nomi che richiamano gli episodi, i personaggi e le forme di criminalità organizzata, sfruttati per fare business.

commenta
0 0

le audizioni della commissione parlamentare

L’Antimafia in missione a Catania

Bindi a Catania 2

Trasferta catanese per la Commissione parlamentare Antimafia riunita da stamattina a Palazzo Minoriti, sede della Prefettura. Finite le audizioni la Commissione parlamentare Antimafia, presieduta da Rosy Bindi, incontrerà i giornalisti per illustrare gli argomenti trattati.

commenta
0 0

L'incontro nella chiesa romana di San Gregorio VII

Il Papa ai mafiosi: “Cambiate vita”
Francesco riceve parenti delle vittime

Papa e don Ciotti

Maria Falcone, i parenti di don Peppino Puglisi, quelli di don Giuseppe Diana sono tra i circa mille familiari delle vittime di mafia che partecipano questo pomeriggio alla veglia con Papa Francesco nella chiesa romana di San Gregorio VII.

commenta
0 0

l'iniziativa delLa “Rete della legalità”

Acireale ricorda le vittime di mafia:
un corteo con studenti e volontari

casavol22032014

Una marcia silenziosa, la lettura dei nomi delle vittime innocenti, una cena della legalità con i prodotti coltivati su terre confiscate: così si è svolta ad Acireale la “Giornata della memoria e del ricordo per le vittime delle mafie”, promossa da Libera e realizzata con il sostegno del Centro di Servizio per il Volontariato Etneo e la collaborazione del Comune di Acireale.

commenta
0 0

i risultati del questionario di addiopizzo

“Immagina Palermo!”, i cittadini: intervenire su Vucciria e Favorita

Piazza Magione (2)

I 2000 palermitani che hanno partecipato al sondaggio sognano un quartiere che possa rivivere puntando sui percorsi turistici, su laboratori di artigianato e mostre e lavorando all’educazione e all’inclusione sociale. Ciascun intervento però presuppone una riqualificazione strutturale della zona da parte dell’amministrazione.

commenta
0 0

il giudice e il figlio uccisi dalla mafia nel 1988

A Palermo una scuola intitolata
ad Antonino e Stefano Saetta

Antonino-e-Stefano-Saetta

Uno dei più alti magistrati in carica presso la Corte d’Appello di Palermo, Saetta presiedette alcuni storici processi, come quello contro gli imputati dell’assassinio del Giudice Rocco Chinnici, quello per l’uccisione del capitano dei carabinieri, Gaetano Basile e altri, negli anni Ottanta, contro le organizzazioni mafiose siciliane.

commenta
0 0

organizzato da confcooperative

Legalità, etica e sviluppo
Confronto fra le istituzioni a Catania

170314, Dibattito Etica, Legalità e Sviluppo

L’iniziativa,  promossa da Confcooperative, ha coinvolto ieri pomeriggio al Centro Zo autorevoli esponenti del mondo della giustizia, delle istituzioni, delle imprese e dell’associazionismo.

commenta
0 0

davanti al tribunale di palermo insieme a scorta civica

Gli studenti di Casteldaccia
in presidio per i magistrati minacciati

Scorta-Civica

Prosegue il presidio permanente del movimento Scorta Civica, al quale hanno aderito diverse associazioni e semplici cittadini, che dal lunedì al venerdì sono presenti davanti al Palazzo di Giustizia di Palermo. Oggi in modo particolare, il segnale di sostegno al pm Nino Di Matteo e agli altri magistrati del processo “Trattativa Stato-mafia” verrà dato dalla partecipazione di una cinquantina di ragazzi di terza media dell’Istituto Comprensivo di Casteldaccia.

commenta
0 0

Il sindaco di Palermo al Forum della legalità

Beni confiscati alla mafia, Orlando: “Garantiti solo i compensi ai gestori”

Non è normale che un amministratore giudiziario resti in carica dieci o quindici, a volte vent’anni, con conseguenti spese e relativi compensii”. Il duro attacco all’attuale sistema di gestione dei confiscati alla mafia arriva dal sindaco di Palermo e presidente di Anci Sicilia, Leoluca Orlando. Il primo cittadino ha partecipato stamattina al Forum della Legalità organizzato dalla Camera di commercio di Palermo.

commenta
0 0

Dati forniti dalla Camera di Commercio

Forum sulla legalità, Unioncamere:
“Criminalità sottrae 5% a Pil Italia”

Al centro del forum i dati della Dia, in base ai quali dal 1992 a oggi, i beni sequestrati assommano a un valore stimato di circa 15 miliardi, di cui sette oggetto di confisca definitiva. Delle 1708 aziende confiscate alla criminalità in Italia, 623 sono quelle siciliane con oltre 30 mila dipendenti affidate agli amministratori giudiziari.

commenta
0 0

Fondazione Falcone sigla accordo di cooperazione

Da Palermo fino in Macedonia
contro il crimine organizzato

fondazione Falcone

E’ stato firmato a Skopje dal ministero dell’Interno macedone, Gordana Jankuloska, e dal presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, Maria Falcone, un accordo di cooperazione tra Italia e Macedonia. GUARDA LE FOTO

commenta
0 0
serverstudio web marketing e design