mercoledì - 22 novembre 2017

 
#Totò Riina#messina denaro#carabinieri#polizia municipale#oroscopo

la cerimonia domani

Alla Questura di Palermo una targa per ricordare il prefetto Antonio Manganelli

Palermo è stata una tappa fondamentale per il Prefetto Antonio Manganelli, come da lui stesso più volte affermato e la sua nomina a Questore del capoluogo siciliano, negli anni novanta, fu accolta come una conseguenza naturale per quello che era stato il suo impegno in Sicilia.

0 condivisioni

la commemorazione stamane a palermo

35 anni fa la mafia uccideva Calogero Zucchetto, l’agente che in motorino andava a caccia di latitanti e ricercati (FOTO E VIDEO)

All’inizio degli anni ottanta, presso la squadra Mobile della Questura di Palermo, collaborò con il commissario Ninni Cassarà alla stesura del cosiddetto “rapporto Greco Michele + 161” che tracciava un quadro della guerra di mafia iniziata nel 1981, dei nuovi assetti delle cosche, segnalando in particolare l’ascesa del clan dei corleonesi di Leggio, Riina e Provenzano.

0 condivisioni

domani la commemorazione a largo degli abeti

35 anni fa la mafia uccideva l’agente di polizia Calogero Zucchetto

La sera del 14 novembre 1982 il giovane investigatore della Polizia di Stato morì per mano mafiosa. Il Questore di Palermo, alla presenza delle più alte cariche cittadine, della Polizia di Stato, Civili e Militari, deporrà una corona sulla lapide dello sfotunato agente.

0 condivisioni

il siciliano che fu una leggenda del mare

Un anno fa la morte di Enzo Maiorca, “Ustica Villaggio Letterario” gli dedica l’edizione 2018

l “Villaggio letterario”, dedicandogli la quarta edizione della Rassegna, vuole ricordare il suo rapporto con Ustica, iniziato con il record mondiale nel 1961 e continuato per tutta vita.

0 condivisioni

presente anche il prefetto alla cerimonia

A Palazzo delle Aquile una lapide commemorativa delle vittime delle missioni di pace all’estero (FOTO)

Il Sindaco ha poi partecipato presso la Caserma dei Carabinieri “Carlo Alberto Dalla Chiesa” alla “Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace” ed alla Santa Messa, celebrata presso la Chiesa di San Giacomo dei Militari.

0 condivisioni

presenti i familiari alla cerimonia al cimitero

Ricordato a Monreale il vice brigadiere Domenico Intravaia, ucciso 14 anni fa a Nassiriya

Successivamente, all’interno della caserma del Gruppo Carabinieri di Monreale, alla presenza di una rappresentanza della scolaresca dell’Istituto Comprensivo Statale “Francesca Morvillo” di Monreale, è stato piantumato, nei pressi della targa commemorativa in ricordo del decorato, un melograno donato dagli studenti e simbolo della vita che continua e dell’unità di un popolo.

0 condivisioni

l'analisi di Vicenzo MUsacchio

Il quarto livello della mafia: cos’è e da chi è composto?

Dopo il  fallito attentato dell’ Addaura del 21 giugno 1989, Giovanni Falcone affermò testualmente: “Ci troviamo di fronte a menti raffinatissime che tentano di orientare certe azioni della mafia. Esistono forse punti di collegamento tra i vertici di Cosa Nostra e centri occulti di potere che hanno altri interessi. Ho l’ impressione che sia questo

0 condivisioni

oltre 200 studenti partecipano alla commemorazione

Quattro anni fa la Strage di Lampedusa, 368 i migranti morti ricordati sull’isola: “Accoglienza e fratellanza siano priorità dell’Europa”

Un barcone si inabissò dopo che alcuni migranti, alla vista di Lampedusa, diedero fuoco a una coperta per essere visibili dalla costa. Le fiamme divamparono velocemente, la barca si ribaltò. E fu strage. È per questo che l’anno scorso il Parlamento ha proclamato il 3 ottobre di ogni anno, Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.

0 condivisioni

ne dà notizia il sindaco firetto

Intitolata ad Aldo Moro la sala riunioni del giardino botanico di Agrigento

“Sarà intestata ad Aldo Moro, statista ucciso dalle brigate rosse il 9 maggio 1978, la sala riunioni del Giardino botanico di Agrigento. Per l’occasione la figlia Agnese ha inviato un messaggio alla città”. Ad annunciarlo è il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto.

0 condivisioni

"il suo operato e i suoi scritti improntati alla continua ricerca della verità"

27 anni fa la mafia uccideva ‘il giudice ragazzino’ Rosario Livatino: il ricordo dei magistrati

Aveva condotto indagini sugli interessi economici della criminalità organizzata e sull'intreccio tra mafia e affari, delineando un vero e proprio sistema della corruzione. Quando venne ucciso aveva 37 anni.

0 condivisioni

la cerimonia sabato

Strage di Capaci, dodici alberi di ulivo verranno piantati nel Giardino della Memoria Quarto Savona 15

Nel corso della cerimonia saranno piantati 12 ulivi in ricordo di Antonino Agostino, Roberto Antiochia, Salvatore Bartolotta, Ninni Cassarà, Salvatore Castelbuono, Calogero Di Bona, Rocco Chinnici, Boris Giuliano, Rosario Livatino, Beppe Montana, Domenico Russo e Mario Trapassi.

0 condivisioni

l'inaugurazione il 23 settembre nell'anniversario dell'omicidio della giovane

A Palermo un nuovo Centro antiviolenza, porterà il nome di Lia Pipitone

L’Assessore alle Politiche Giovanili Giovanna Marano presenterà il “Premio Lia Pipitone” – patrocinato dal Comune di Palermo – che prevede un concorso per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado, dibattiti sulla violenza e sulla legalità, la realizzazione di un elaborato finale.

0 condivisioni

fitto calendario di iniziative dell'arcidiocesi in sua memoria

24 anni fa la mafia uccideva a Brancaccio Padre Puglisi, il sacerdote del cambiamento (VIDEO)

“Padre Pino Puglisi – ha detto papa Francesco – è stato un sacerdote esemplare, dedito specialmente alla pastorale giovanile. Educando i ragazzi secondo il Vangelo vissuto li sottraeva alla malavita e così questa ha cercato di sconfiggerlo uccidendolo. In realtà però è lui che ha vinto con Cristo risorto”.

0 condivisioni

dal 16 settembre a villa niscemi

“Immagini per riflettere”, una mostra dedicata al beato Don Pino Puglisi

La sacralità della famiglia, tema molto caro a Padre Puglisi, sarà raccontata dagli scatti di fotografi siciliani e nazionali, in un “chiaro-scuro” che punta ad una riflessione sul contrasto famiglia tradizionale e “new entry”, come le coppie di fatto.

0 condivisioni

gli appuntamenti della seconda edizione

Anniversario omicidio Dalla Chiesa, al Cassaro la ‘Festa dell’Onestà’

Alle 12.45 il momento solenne: l’omaggio floreale dei bambini del Cassaro, di Ballarò, dell’Albergheria, del Capo e dei Danisinni, alla lapide in memoria del Gen. Dalla Chiesa, sempre sul Cassaro (di fronte la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia), cui prenderanno parte i familiari e le autorità.

0 condivisioni

verrà proiettato il fim "cento giorni a palermo"

A Bagheria si ricorda Carlo Alberto Dalla Chiesa nella cava sottratta alla mafia

Il luogo scelto ha una forte valenza simbolica, in quanto si tratta di un bene sottoposto ad amministrazione giudiziaria perchè ritenuto proveniente da attività mafiosa.

0 condivisioni

le iniziative sino ad ottobre, leggi il programma

24° anniversario dell’uccisione di Padre Puglisi, la Chiesa di Palermo ricorda il Beato

La manifestazione ha ottenuto la medaglia di rappresentanza dal Presidente della Repubblica Italiana, On. Sergio Mattarella e il Patrocinio della Camera dei Deputati.

0 condivisioni

ha sede in una villa confiscata alla mafia

Memoria e legalità, inaugurato a Baucina il Centro Pio La Torre (FOTO)

Il bene sito in Contrada Acquasanta ospita i busti di Nicolò Azoti e di Pio La Torre, uccisi dalla mafia e dei quali ricorre rispettivamente il 70° e il 35° anniversario della morte.

0 condivisioni

il commento del presidente del senato pietro grasso

26 anni fa l’omicidio del giudice Scopelliti: “Ucciso per sabotare il maxiprocesso”

Le pesantissime condanne inflitte nel primo grado del maxiprocesso giunsero fino in Cassazione, dove il giudice Antonino Scopelliti avrebbe rappresentato le ragioni dell’accusa. I mafiosi avevano tentato più volte di sabotare il percorso della giustizia e pensarono che uccidendo Scopelliti ci sarebbero riusciti.

0 condivisioni

la cerimonia a Palermo

La polizia ricorda Cassarà e Antiochia

Oggi la polizia di Stato ha commemorato il vice questore aggiunto Ninni Cassarà e l’agente Roberto Antiochia, caduti il 6 agosto 1985 in viale Croce Rossa Alle 9 è stato deposto un cuscino di fiori sul luogo dell’attentato.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.