“Il regolamento sull’accesso agli atti pubblicato da Riscossione Sicilia spa non rispetta la normativa nazionale fissata dal Decreto legislativo 97/2016. Tra l’altro tale regolamento non è stato nemmeno adottato con determina dell’Amministratore unico”.

Lo afferma Nicola D’Agostino, capogruppo di Sicilia Futura, all’Assemblea regionale siciliana.

“In particolare – spiega ancora D’Agostino – risulta illegittimo che il rilascio dei documenti richiesto dagli utenti venga subordinato ad un pagamento di somme a titolo di diritti di ricerca e visura, anche in caso di trasmissione degli stessi tramite posta elettronica. E’ evidente che risulta violato quanto previsto dal Foia (freedom of information act) ai sensi
del quale l’istanza di accesso è gratuita e non va motivata. Auspico immediatamente un intervento dell’assessore alle Finanze Armao e del Presidente della regione Musumeci affinchè tale regolamento di Riscossione Sicilia spa venga revocato e rettificato”. Lo afferma Nicola D’Agostino, capogruppo di Sicilia Futura, all’Assemblea regionale siciliana.