Dopo l’esplosione in Via Crispi: “Muoversi prima che sia troppo tardi”

Dopo l’esplosione del 26 febbraio in Via Crispi e la conseguente chiusura della zona, un intero quartiere è in ginocchio e le attività rischiano di chiudere.