Il traffico di droga gestito dal titolare di pompe funebri di Carini, aveva contatti con calabresi e colombiani (FOTO)

La droga arrivava negli aeroporti di Fiumicino e Malpensa nascosta tra le pedane, nelle pagine dei libri nei macinini da caffè e nei motori di grossi tir.