mercoledì - 17 gennaio 2018

 
#Totò Riina#messina denaro#carabinieri#polizia municipale#oroscopo

Archivio

Sconti di pena per gli uomini della mafia del Belice agrigentino, otto anni al pentito che li accusa

Poco più di nove anni ai due imputati principali dopo il secondo appello dovuto ad un annullamento in Cassazione

0 condivisioni

Controlli antiterrorismo per il Capodanno in città

“Palermo città sicura: cattura dei latitanti e la microcriminalità tra le priorità della polizia” (VIDEO)

Il bilancio di un anno del questore Renato Cortese nel corso del consueto scambio di auguri con i giornalisti. Matteo Messina Denaro, microcriminalità e terrorismo al centro dell’agenda.

0 condivisioni

Perquisite 30 abitazioni di altrettanti fiancheggiatori

Maxi blitz della polizia nel regno di Matteo Messina Denaro, perquisite le case dei fiancheggiatori del boss

L'operazione è coordinata dalla Dda di Palermo. Le perquisizioni sono in corso nelle abitazioni di una trentina di fiancheggiatori del capomafia tutti indagati dalla Dda.

0 condivisioni

Dedicate setta pagine della rivista

Matteo Messina Denaro in copertina su ‘Le Monde’, “Il più ricercato d’Italia”

Matteo Messina Denaro, nella rarissima foto sfocata, in bianco e nero, con i Ray-ban, è sulla copertina del magazine di Le Monde, in edicola oggi, che lo presenta come “L’uomo più ricercato d’Italia”.

0 condivisioni

Il mistero del necrologio di Messina Denaro, anche quest’anno pubblicato il ricordo del padre del boss latitante

Il padre della primula rossa di Castelvetrano è morto il 30 novembre del 1998. da allora ogni 30 novembre sul Giornale di Sicilia compare un n ecrologio ma non si riesce a risalire a chi lo ha commissionato

0 condivisioni

Morto Riina ma non la mafia, chi sarà il nuovo capo di Cosa Nostra? Ora si teme una guerra di successione

Non c’è solo Matteo Messina Denaro in corsa per diventare il nuovo capo di Cosa Nostra. Troppi pretendenti al trono fra i boss storico scarcerati e i nuovi ‘rampanti’ e si rischia uno scontro

0 condivisioni

Il provvedimento della sezione misure di prevenzione di Trapani

La Dia sequestra beni a commerciante d’arte trapanese, “impero costruito grazie a Matteo Messina Denaro”

Originario di Castelvetrano, Becchina è stato titolare in passato di una galleria d’arte a Basilea, in Svizzera e di imprese in Sicilia nei settori del commercio di cemento,

0 condivisioni

bastano pochi click e 12 sterline

Aprono a Londra società intestata a Messina Denaro, inchiesta shock degli inviati de Il Sole 24 Ore

Come sede di residenza del boss gli inviati hanno scelto provocatoriamente l’indirizzo di Downing Street. Nella falsa registrazione non è stato incontrato alcun ostacolo, ma soltanto una serie di schermate da riempire al massimo in 15 minuti.

0 condivisioni

Messina Denaro vestito da donna, affissi manifesti in tutta la Sicilia

Sono comparsi nei giorni scorsi a Milano e a Reggio calabria e oggio sono sbarcati in Sicilia. manifesti con Matteo messina Denaro ed altri latitanti vestiti da drag queen spono comparsi nei quartieri popolari di palermo e di altre città

0 condivisioni

Colpo al patrimonio dell’imprenditore Michele Giacalone di Marsala ritenuto vicino al clan dei Rallo e a Matteo Messina Denaro

Nei territori retti dal superlatitante Matteo Messina Denaro, ancora un sequestro beni per un valore di 1 milione e duecento mila euro

0 condivisioni

Omicidio Lombardo, i nomi degli arrestati (FOTO)

Sono due i nuovi arresti eseguiti che si aggiungo ai tre effettuati nel 2015 quando fu considerato come mandante un imprenditore fedelissimo di Matteo Messina Denaro

0 condivisioni

parla il nuovo pentito fogazza

L’ombra degli interessi di Messina Denaro dietro l’omicidio Lombardo, altri due arresti per il delitto di Partanna (FOTO)

Come mandante dell’omicidio è già accusato Domenico Scimonelli imprenditore già sospettato di essere il tesoriere della primula rossar

0 condivisioni

priorità assoluta è l'arresto di matteo messina denaro

Cosa nostra, “risorse economiche sconfinate e pubblici ufficiali a busta paga”: la relazione della Direzione nazionale Antimafia

I contenuti della Relazione 2016 della Direzione nazionale antimafia presentata oggi dal procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Franco Roberti e dalla presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi.

0 condivisioni

Pizzo incassato al Centro Commerciale di Dittaino, in manette dipendente comunale che si presentava come emissaria di Messina Denaro

Lavorava al comune di Valguarnera ma nel tempo libero avrebbe chiesto una tangente da 200 mila euro come protezione ad un imprenditore. Arrestata mentre incassava una rata al centro commerciale Dittaino

0 condivisioni

Sciolto per mafia il Comune di Castelvetrano, rinviate di diciotto mesi le elezioni

Il Consiglio comunale di Castelvetrano si era auto sciolto per le dimissioni di 22 consiglieri su 30 dopo il reintegro del consigliere Giambalvo in precedenza arrestato come favoreggiatore di Messina Denaro

0 condivisioni

Morto nel 2013

Mafia, danneggiata la tomba di Lorenzo Cimarosa cugino del boss latitante Messina Denaro

Lorenzo Cimarosa, morto un anno fa, era stato arrestato nel mese di dicembre 2013, nell’ambito dell’operazione antimafia Eden e aveva squarciato, con dichiarazioni rese ai magistrati, il silenzio che avvolge il clan dei Messina Denaro. Si era pentito in seguito alle pressioni ricevute dai figli.

0 condivisioni

In appello la procura chiede la conferma delle condanne per gli uomini di Matteo Messina Denaro

Il pg Giuseppe Fici ha chiesto la conferma della sentenza di condanna a 45 anni di carcere complessivi per 9 dei 13 imputati nel processo ai clan mafiosi di Trapani e Castelvetrano.

0 condivisioni

Mafia, operazione Visir a Marsala: gip convalida i fermi dei 14 presunti fiancheggiatori di Messina Denaro

Sono stati convalidati dal gip del Tribunale di Marsala Francesco Parrinello i 14 fermi operati all’alba di mercoledì scorso dai carabinieri nell’operazione antimafia “Visir”.

0 condivisioni

L'imprenditore Salvatore Angelo

Mafia, confiscati beni per 7 milioni ad imprenditore settore eolico vicino al boss Messina Denaro

Angelo era stato arrestato nel 2012 con altri presunti mafiosi di Salemi e Castelvetrano ed era stato poi condannato a 8 anni per mafia.

0 condivisioni

Lo stesso boss che si trovava a Marsala ha riportato la pace

Evitata una guerra di mafia tra i fiancheggiatori del boss latitante Matteo Messina Denaro (VIDEO)

Evitata una guerra di mafia tra due famiglie di fiancheggiatori del boss Matteo Messina Denaro. Per riportare la pace è intervenuto lo stesso latitante.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.