Resta in condizioni gravissime il pescatore che si è dato fuoco dopo un litigio familiare

L’uomo è ricoverato con la prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Cannizzaro con ustioni di secondo e terzo grado sul 95% del corpo che sono state trattate in sala operatoria da medici del centro grandi ustionati del nosocomio.