sabato - 18 novembre 2017

 
#Totò Riina#messina denaro#carabinieri#polizia municipale#oroscopo

Archivio

parlano rappresentanti politici ed istituzionali

Il dolore e la memoria di quel maledetto 23 maggio

Sono trascorsi 24 anni dalla Strage di Capaci, ma nessuno ha più dimenticato quelle terribili immagini e la sensazione che tutto fosse finito. Vale tanto per la società civile quanto per i rappresentanti politici ed istituzionali che oggi intervengono nel giorno dell’anniversario.

0 condivisioni

la cisl partecipa alle celebrazioni del 23 maggio

Stragi di mafia,
”la guerra non è finita”

La Cisl ricorda oggi la tragica scomparsa di Giovanni Falcone, il 23 maggio 1992. Falcone avrebbe preceduto di quasi due mesi l’amico e collega di una vita, Paolo Borsellino. La Cisl li ricorda entrambi, in occasione dell’anniversario della strage di Capaci. Li celebra con la partecipazione alle manifestazioni in memoria, a Palermo, del segretario della

0 condivisioni

parla il segretario provinciale del pd a palermo

“23 maggio, la legalità diventi stile di vita quotidiano”

“Fare del 23 maggio il giorno dei fatti contro la mafia. La legalità è uno stile di vita quotidiano, non fumosa dichiarazione d’intenti. #bastaretorica”. Così su Twitter Carmelo Miceli, segretario provinciale del Partito democratico a Palermo.

0 condivisioni

il video dello youtuber palermitano giuseppe ricotta

“La mafia non esiste”, tutte le cose sbagliate che ci hanno insegnato

“Il video è un po' controverso ma spero che il significato arrivi”, scrive su facebook Ricotta che con la sua dissacrante ironia ci invita a riflettere sulle piaghe della nostra Sicilia analizzate, nell'immaginario dialogo con un barista milanese, con amara ironia.

0 condivisioni

Alla Scuola Politecnica dell'Università di Palermo

Strage di Capaci, anche gli architetti ricordano Falcone e la sua scorta

“Etica e legalità nella professione di architetto”. E' il titolo del convegno organizzato dall'Ordine degli Architetti di Palermo per lunedì 23 maggio, giorno del 24° anniversario della strage di Capaci.

0 condivisioni

L'iniziativa dell'Ateneo palermitano

“Unipa non dimentica”, gli studenti ricordano strage di Capaci e Falcone

A partire dalle 10.30, presso l’Aula Magna della Scuola di Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali (via Maqueda, 172) si terrà “UniPa non dimentica”.

0 condivisioni

la cisl invoca politiche di crescita e legalità

Morti di Capaci e via D’Amelio:
”Basta antimafia da operetta”

Sono le politiche per la crescita, contro la povertà e per la legalità, il miglior modo per ricordare i morti di Capaci e via D’Amelio e con loro tutti i caduti nella guerra ai clan, insiste Milazzo richiamando la mobilitazione antimafia che nel 1992 vide protagoniste Cgil Cisl e Uil.

0 condivisioni

organizzata dal comitato 23 maggio

Strage di Capaci, domenica commemorazione ai Rotoli

La commemorazione si terrà al cimitero dei Rotoli e precisamente davanti alla tomba della D.ssa Francesca Morvillo, sezione 60 lotto 45.

0 condivisioni

nell'anniversario della strage di capaci

A 30 anni dal maxiprocesso
Cerimonia all’aula bunker

Alla cerimonia sarà presente anche il ministro Giannini. Il maxiprocesso viene ricordato come il più grande processo penale celebrato al mondo. In primo grado gli imputati furono 475.

0 condivisioni

condivisero la strategia stragista degli anni '90

Mafia, la ‘Supercosa’ di Messina Denaro e Riina contro i magistrati

Riina aveva creato due gruppi di fuoco, uno operativo a Roma e l’altro a Palermo. Li chiamava la ‘Supercosa’, come risposta alla Superprocura, all’organizzarsi istituzionale dell’antimafia.

0 condivisioni

Il pentito gode di 5 giorni al mese di libertà dal carcere

Sciolse il piccolo Di Matteo nell’acido
Brusca: “Non più crudele mafioso”

Era uno spietato killer mafioso responsabile di 150 omicidi tra cui quello del piccolo Giuseppe Di Matteo, che sciolse nell’acido dopo averlo ucciso.

0 condivisioni

nuovo ordine di cattura per il latitante

Servizi segreti e depistaggi
Anche Messina Denaro dietro stragi

I magistrati nisseni hanno ricostruito il ruolo della mafia trapanese nell’organizzazione di quelle stragi grazie a Armando Palmeri oggi pentito ma in quegli anni autista del boss di Alcamo Vincenzo Milazzo.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.