Avrebbe dovuto fare un concerto il 18 agosto  a Mirabella Imbaccari,   il giorno della Santa che dovrebbe mettere il buonumore al paese ma Povia è stato dimissionato in tronco dal sindaco. Si tratta di Giovanni Ferro, un uomo di sinistra, che insieme a Don Marco ha creduto bene prima di affidare il palco al cantante, al punto da fargli mettere nero su bianco cifre e clausole; un contratto che improvvisamente Ferro ha stracciato motivandolo con uno stravagante ammanco di cassa: «Ci spiace, ma non abbiamo il denaro per pagarti» gli avrebbe comunicato. La realtà sembra tutta diversa e  la racconta qui  l'articolo L’editto siculo contro Povia puoi leggerlo su Buttanissima Sicilia.