I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, il 22enne catanese Nicola Sparti.

Era stato individuato grazie a quella sua moto da cross, facilmente riconoscibile, che utilizzava per raggiungere quella che era diventata la sua “zona di spaccio” e, per tal motivo, i militari lo avevano puntato decisi ad interrompere la sua illecita attività di pusher.

Nella serata di ieri i militari, sicuri che anche Sparti si sarebbe presentato a “lavoro”, si sono puntualmente appostati in via Del Parco in attesa del loro obiettivo.

Attesa che non è stata lunga tanto che il giovane, giunto appena dopo il loro arrivo, aveva immediatamente effettuato la sua prima cessione ad un cliente che pazientemente lo stava aspettando.

I militari, balzati fuori dal loro punto d’osservazione hanno cercato di bloccare il giovane che, appena avvedutosi della loro presenza, ha inforcato la propria moto fuggendo a tutto gas tra le stradine del parco, tra le persone sedute nelle panchine e che lo affollavano in quel momento.

La sua fuga è durata circa cento metri, i militari lo hanno inseguito a piedi.

Il fuggiasco si è schiantato contro una panchina, provocandosi escoriazioni al volto ed alle mani.

I militari, sinceratisi delle sue condizioni fisiche gli proponevano un controllo medico, che il giovane rifiutava, non prima, però, d’averlo sottoposto a perquisizione e d’avergli rinvenuto addosso 22 dosi di marijuana già confezionata per la vendita al singolo acquirente.

Per lui sono stati disposti gli arresti domiciliari.