Impaginata quest’anno, ex novo, dal figlio d’arte Alessandro Idonea (il papà Gilberto è scomparso prematuramente lo scorso anno), la stagione del Teatro Metropolitan di Catania, comprendente 5 spettacoli.

Il cartellone del Teatro di via S. Euplio inizierà il 30 novembre con la trasposizione teatrale del celebre film “Polvere di Stelle”, di Ruggero Maccari (regia di Angelo Tosto), lavoro che narra le avventure di una malandata Compagnia d’Avanspettacolo, durante la guerra degli anni ’40 del secolo scorso. A ricoprire i ruoli che furono di Alberto Sordi e Monica Vitti, saranno proprio Alessandro Idonea e la brillante Giovanna Criscuolo.

Seguirà, l’11 e 12 gennaio, “That’s Amore”, commedia musicale scritta e interpretata da Marco Cavallaro coadiuvato da Ramona Gargano e con la partecipazione di Marco Maria Della Vecchia. Le musiche originali sono di Piero Di Blasio.

La celebre commedia di Nino Martoglio, “Annata ricca, massaru cuntentu”, è uno spettacolo in programma che, per “Una Stagione a 4 Stelle – Gilberto Idonea”, presenta un’emozione amarcord, un’impronta del passato che si proietta nel presente: proprio con questo titolo, infatti, nel lontano 1988, il capocomico Gilberto Idonea apriva al Teatro Metropolitan di Catania la sua prima stagione da direttore artistico, intitolata – molti spettatori lo ricordano ancora – “Festival nazionale di teatro popolare”. Protagonisti della commedia, che andrà in scena il 15 e 16 febbraio, saranno Carmelo Caccamo e Bruno Torrisi.

L’evergreen Pippo Pattavina propone invece, il 21 e 22 marzo, un’elaborazione de “L’avaro” di Molière, evidenziando quanto di più comico e surreale c’è nel lavoro del noto drammaturgo e attore francese. Il 9 e 10 maggio, infine, andrà in scena l’ultimo spettacolo di “Una Stagione a 4 Stelle”, creata dal compianto Gilberto Idonea: sarà proprio la sua commedia dal titolo “Caro papà”, che Alessandro Idonea dirigerà e interpreterà accanto a Gino Astorina.

Un grande bluff che terrà incollati gli spettatori tra una canzone e la musicalità del dialetto catanese… “Non poteva esserci spettacolo migliore per omaggiare mio padre –evidenzia Alessandro– di lui, oltre al ricordo di figlio, mi rimane l’esempio e il rigore da mantenere sempre, sul palcoscenico”.

Tutti gli spettacoli andranno in scena il sabato alle 17:30 e replica alle 21:00, la domenica, turno unico, alle ore 17:30.