• La guardia di finanza Catania sequestra 48 kg di neonato
  • Sequestrati anche due esemplari di «puddicinedda» di 30 chili
  • Denunciato un responsabile dalle fiamme gialle

I Finanzieri della Mercato Ittico di Acitrezza, Sezione Operativa Navale di Catania hanno sequestrato alle prime luci dell’alba, in due distinti interventi, nei pressi del Consorzio Mercato Ittico di Acitrezza, 48 kg di neonato e 2 esemplari di pesce spada dal peso complessivo di 30 chili.

Sotto sequestro 25 chili di neonata

Il primo intervento delle fiamme gialle, effettuato nelle immediate adiacenze della struttura, ha permesso di rinvenire, occultati all’interno di una vasca in plastica, due esemplari di pesce spada novello e due cassette di legno contenenti circa 25 kg di neonato di triglia. I militari hanno sequestrato il prodotto ittico al fine di tutelare le risorse biologiche e scoraggiare ed eliminare la pesca illegale.

Un altro sequestro di specie di piccola taglia

Nel secondo intervento, avvenuto nel parcheggio del mercato ittico, i finanzieri hanno controllato un furgone refrigerato dove vi erano conservati 8 kg di neonato di sarda e, in due distinte cassette di legno, 15 kg di neonato di triglia. Il responsabile è stato denunciato per “detenzione ai fini di commercializzazione e somministrazione di esemplari di specie ittiche di taglia inferiore alla taglia minima di riferimento per la conservazione.

Il pesce dato ai bisognosi

Il prodotto ittico sequestrato, giudicato idoneo al consumo alimentare umano dai veterinari dell’ASP di Catania, è stato interamente devoluto in beneficenza alla Caritas.