I Carabinieri della Stazione di Monforte San Giorgio, nel Messinese, hanno denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, un 19enne ritenuto responsabile del reato di danneggiamento e fabbricazione abusiva di materie esplodenti.

Le indagini sono state avviate lo scorso 3 gennaio quando i Carabinieri, a seguito di una segnalazione al numero unico di emergenza “112”, sono intervenuti presso l’istituto scolastico “Stefano Tuccio” di Monforte San Giorgio scoprendo che alcuni infissi erano stati danneggiati dalla deflagrazione dei fuochi d’artificio per i festeggiamenti di fine anno.

Le indagini hanno condotto i militari al giovane. Nella sua abitazione sono stati trovati diversi botti pirotecnici artigianali, ed in particolare: 38 cipollotti, 10 bombe carta, 7 petardi e circa 25 grammi di polvere da sparo, compatibili con i frammenti rinvenuti presso l’istituto scolastico. Il giovane giovane ora dovrà rispondere del reato di danneggiamento e fabbricazione abusiva di materie esplodenti.