“La società e i tifosi sono da serie A, noi siamo una squadra da serie D che deve dimostrare sul campo che può vincere questo campionato”.

Lo ha detto l’allenatore del Palermo Rosario Pergolizzi in conferenza stampa nel ritiro a Petralia Sottana. Il tecnico al secondo giorno di preparazione precampionato ha fatto il punto della situazione.

“Tutti i giocatori dimostrano già di avere qualcosa dal punto di vista atletico – dice Pergolizzi – la cosa positiva è che possiamo lavorare su queste basi. Avremo poco tempo, non possiamo piangerci addosso, dobbiamo lavorare, soprattutto sull’intensità, facendo partitine e possesso palla. Di fatto abbiamo deciso di saltare quasi una settimana di lavoro in cui di solito si fa lavoro organico. Invece noi partiamo dal programma della seconda settimana: tecnica e velocità di azione. Dobbiamo giocare molto e conoscerci. Dei miei giocatori mi ha colpito lo spirito, mi sembra che tutti abbiano quello giusto”.

A proposito degli oltre cinquecento tifosi che ieri hanno assistito al primo allenamento e all’attenzione che c’è sulla sua squadra, Pergolizzi ha sottolineato: “E’ troppo bello giocare e allenarsi davanti a tanta gente e la pressione mediatica per noi deve essere un onore. Dobbiamo solo pensare a mettere tutto sul campo”.

“A Palermo abbiamo tutto: manca solo la categoria che deve appartenere alla squadra che non può essere la D – ha concluso – Ai tifosi dico che si dovrà entrare nella mentalità della D, non ci sarà calcio spettacolo, ci sarà da soffrire: i risultati di 1-0 o 5-0 valgono sempre tre punti. E se il pareggio serve per vincere il campionato ben venga”.