• Nuove minacce ai danni di una donna nel Siracusano
  • L’ex compagno della vittima è stato raggiunto da un divieto di avvicinamento
  • E’ accusato dalla polizia e dalla Procura di stalking

Da quando lo ha lasciato, dopo una tormentata relazione, non avrebbe mai più conosciuto momenti di pace e serenità.

Messaggi con minacce

Il telefono della donna era sempre pieno di messaggi del suo ex compagno, un 36enne di Avola, ma non avrebbe mai usato frasi gentili quanto minacce, a qualunque ora del giorno, anche in piena notte.

Le chiamate ad ogni ora

Oltre a questo,  lo stalker avrebbe spesso chiamato al telefono la vittima, che ha avuto una tremenda paura quando ha subito un tentativo di aggressione, per fortuna non andato in porto. E così si è rivolta alla polizia che ha condotto le indagini, puntate sulla testimonianza della vittima e su quei messaggi recapitati dalla donna, ormai entrata in uno stato di ansia e di paura.

La misura cautelare per lo stalker

Nelle ore scorse, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sirausa, su richiesta del sostituto procuratore Andrea Palmieri, ha emesso una misura cautelare, culminata con il divieto di avvicinamento e di comunicazione nei confronti della propria ex compagna.

Fiaccolata a Noto

La vicenda di Avola testimonia come le violenze sulle donne non conoscano sosta. Nelle ore scorse, il Comune di Noto ha annunciato di avere organizzato una fiaccolata, in programma giovedì alle 19,30, per ricordare Ada Rotini, la 46enne, originaria di Noto, uccisa a coltellate dal marito con cui stava per separarsi.

Appuntamento in Cattedrale

L’iniziativa, che prenderà il via dalla scalinata della Cattedrale, è rivolta “a tutte le vittime di femminicidio, in un preciso momento storico in cui è necessario ribadire il “No” alla violenza sulle donne”.

Marito arrestato

E’  in stato di arresto per omicidio aggravato  Filippo Asero, il 47enne che lo scorso 8 settembre a Bronte ha ammazzato la vittima.