A cosa può portare la passione per il proprio club di calcio? A follie che possono “condannare” i figli a portare nome assurdi. Come ha fatto un tifoso della squadra argentina del Colon di Santa Fè che ha dato al bambino appena nato il nome Aeea, come il verso che introduce il ritornello della canzone di un gruppo chiamato Los Palmeras, intitolato Soy Sabalero e dedicata alla squadra in occasione della finale di Copa sudamericana contro l’Independiente del Valle.
La foto è stata pubblicata sul profilo facebook del gruppo di tifosi del club rossonero argentino ed è subito diventata virale sui social network, oltre a essere stata ripresa dai giornali sudamericani e non soltanto.


La canzone Soy sabalero è diventata una hit, in argentina; il temine, che significa pescatore di alici, è l’appellativo dei tifosi del Colon, che non è uno dei più titolati di quel paese.
Tutto la parte di stadio occupato dai tifosi rossoneri ha cantato il ritornello durante la finale di Coppa, e questo deve aver emozionato il neo papà a tal punto da compiere la ferale, per il figlio, decisione. Non è il primo caso di tifoso che dà ai figli nomi di giocatori idoli delle curve: quanti Diego ci sono a Napoli, per esempio. Ma, probabilmente, mai nessuno era arrivato a questa stramberia.