Borseggiati due turisti su un autobus della linea Amat. Scippato un cellulare ad una ragazza in via Ammiraglio Rizzo. Microcriminalità in azione a Palermo. I piccoli colpi che creano paura e rovinano vacanze e giornate alle vittime che subiscono queste aggressioni.

Ieri mattina una coppia di turisti scesi da una nave crociera anziché visitare i luoghi e i monumenti di Palermo hanno trascorso una intera giornata accompagnati dagli agenti nelle stanze del commissariato per denunciare il borseggio avvenuto nell’autobus 108, che dall’ospedale Civico, passa in piazza Indipendenza per le vie del centro nella zona della Cattedrale.

Marito e moglie erano sull’autobus e i borseggiatori sempre presenti sui mezzi di linea gli hanno portato via il portafogli con dentro soldi, carte di credito e documenti.

I due accompagnati dagli uomini delle volanti sono andati a presentare la denuncia.Poi sono stati accompagnati al porto di Palermo per lasciare la città con un ricordo pessimo. Di cui tra l’altro hanno visto ben poco.

Altro colpo nel pomeriggio ai danni di una ragazza a cui due rapinatori passando con uno scooter le hanno strappato un cellulare dalle mani. Il colpo è avvenuto tra via Cimbali e via Ammiraglio Rizzo.

La giovane ha decritto i due giovani che a bordo della moto l’hanno affiancata e l’hanno strattonata portando via lo smartphone di ultima generazione. In lacrime la ragazza si è presentata agli agenti per sporgere denuncia.