Una nuova base scout è stata presa di mira dai vandali. E’ successo a Palermo e l’aggressione è avvenuta ad un bene confiscato alla mafia. Qualcuno ha messo fuori uso il sistema di allarme e videosorveglianza della base scout “Volpe Astuta”, nel quartiere di Altarello di Baida, in via Micciulla.

Poi sono entrati e hanno messo a soqquadro la sede e hanno portato via diversi attrezzi che gli scout usano per la manutenzione dei locali e del giardino.

Sono stati portati via motoseghe, decespugliatori, zappe, pale. I danni per gli scout sono ingenti.

Il fondo è stato sequestrato per disposizione da Giovanni Falcone il 17 giugno 1980 e rientra tra i primi beni confiscati alla mafia, nello specifico al boss Filippo Piraino affiliato al “clan” degli Inzerillo con decreto di confisca del Tribunale di Palermo. La struttura è stata data in concessione all’Agesci.

Indaga la polizia.

In questi ultimi tempi le sedi scout sono state prese di mira in diverse zone della Sicilia.

“Ancora una sede scout presa di mira, l’ennesima negli ultimi giorni. Mi auguro che i responsabili di questi atti di sopruso e violenza siano individuati e che questa spirale possa essere interrotta al più presto. Alle associazioni scout va la mia piena solidarietà”.

Lo dice Giuseppe Lupo capogruppo PD all’Ars a proposito dell’ennesimo danneggiamento ad una sede scout, questa volta ad essere forzata e derubata è stata una sede in via Micciulla a Palermo.