“Una Notte al Museo” diventa realtà. In un momento in cui le ripartenze sono il fulcro della vita di ciascuno di noi, anche Palermo ha bisogno di ricominciare. Così nasce il progetto RestART, il festival che fa riaprire di notte alcuni tra i più bei siti culturali della città.

Ogni venerdì e sabato, a partire dal 3 luglio, si potranno visitare i 25 siti palermitani. Dai quattro oratori serpottiani con la natività scomparsa di San Lorenzo, San Mercurio, il Santissimo Rosario in San Domenico con la prima rappresentazione di Santa Rosalia di mano di Van Dyck. Si scopriranno in notturna le tele di Palazzo Abatellis, i reperti del Museo archeologico Salinas, gli stucchi dell’Oratorio dei Bianchi, gli arredi di Palazzo Mirto, le installazioni di Boltanski al Museo Riso. E ancora le collezioni di Villa Zito – dove riapre la personale di Nicola Pucci, fermata dall’emergenza – e Palazzo Branciforte, con gli scaffali malinconici del Monte di Pietà.

Si entrerà fino a mezzanotte nei palchi del Teatro Massimo e si passeggerà tra i ficus dell’Orto Botanicolo, lo Spasimo, ci si perderà tra i marmi mischi di Santa Caterina e si salirà sulla sua cupola e su quella del Santissimo Salvatore, affacciata sui tetti del Cassaro, e sulla torre di Sant’Antonio Abate, da dove si osserva la Vucciria addormentata.

Una prospettiva inedita anche per la chiesa della Catena, la Gancia, la chiesa di San Matteo, Casa Professa e l’Archivio Storico. Per i siti arabo normanni, la chiesa di San Giovanni degli Eremiti con le sue cupole.

Saranno organizzati eventi e singoli appuntamenti anche in siti diversi, come la visita guidata con degustazione nei giardini di Villa Tasca, il 18 luglio.

Rinascita significa nascere di nuovo, riprendere vigore nell’animo e nel corpo dopo un periodo di depressione. La rinascita è della civiltà, della cultura, delle arti.

RestART è frutto della collaborazione tra l’associazione Amici dei Musei Siciliani e Digitrend, azienda specializzata in Digital Transformation che ha sviluppato, attraverso il progetto Wonder Cultura seguito da Gianni Messina, una piattaforma di prenotazione, ticketing ed audioguide su www.restartpalermo.it.