Rubata la statua della Madonnina Addolorata dei Novizi nella chiesa di Sant’Isidoro Agricola all’Albergheria la Chiesa Dei Fornai a Palermo.

“Un fatto increscioso – dicono i residenti che ha colpito la nostra confraternita. Siamo senza parole. Questa Madonnina non era solo nostra, ma dell’intero quartiere”.

Indaga la polizia di Stato. Gli agenti stanno verificando le videocamere di sicurezza, presenti nel territorio per cercare di risalire ai responsabili.

A Natale rubato bambinello nella chiesa di Sant’Antonino

Furto nel presepe allestito davanti alla chiesa di Sant’Antonino dai frati francescani con gli scout nei pressi della stazione a Palermo. Qualcuno ha infatti rubato la statuetta del bambinello Gesù.

A denunciarlo è la parrocchia stessa con post e fotografie pubblicati su Facebook. “A qualcuno sarà servita la statua di Gesù bambino e ha pensato bene di prenderla anziché chiederla ai frati. Speriamo che in qualsiasi casa entri porti salute e pace, luce e salvezza”.

I fedeli infuriati

Il furto della statuetta è stato stigmatizzato sia sui social sia tra i fedeli che oggi si sono soffermati davanti alla chiesa che si trova all’angolo fra via Oreto e corso Tukory. “Sono senza parole”, scrive Liliana Arrisicato.

E Francesca Giordano aggiunge: “Senza rispetto nemmeno per Gesù”. “Che brutte persone che ci sono in giro”, dice Jonatan Cariti. Per Giuseppe Mangano infine il furto del bambinello è segno del “decadimento morale che ci circonda”.

Il parroco: “La zona della Stazione abbandonata”

“Stamattina quando abbiamo aperto la chiesa per le celebrazioni ci siamo accorti dell’assenza del bambinello. La greppia era stata spostata e tirata in avanti e il bambinello mancava: è durato da Natale a Santo Stefano. – dice Fra Gaetano Morreale parroco della chiesa Sant’Antonino – Episodi come questo e come l’aggressione di un signore il 24 notte nei pressi della stazione, nel territorio della parrocchia, ci fanno capire che la zona non è sufficiente sicura e che balordi e malintenzionati si aggirano indisturbati. Siamo fiduciosi nel ruolo delle istituzioni ma da sempre abbiamo richiesto una presenza maggiore in questo che risulta essere un luogo sensibile della nostra città.

Abbiamo richiesto un potenziamento della illuminazione pubblica della piazzetta Sant’Antonino proprio per una maggiore visibilità, ma dopo svariati sopralluoghi sia dei tecnici che del vice sindaco, Fabio Giambrone, e un rimpallo di email tra l’amministrazione comunale e l’azienda che si occupa dell’illuminazione non si è concluso proprio un bel niente. Speriamo che il bambinello sia stato trafugato da chi aveva il desiderio di averlo a casa e non sia finito sulle bancarelle del mercatino dell’usato poco distante da qui”.