Proseguono le indagini dei carabinieri della compagnia di Partinico sullo scoppio di un manicotto di un silos che ha provocato il ferimento di alcuni operai nella distilleria Bertolino.

Il più grave ricoverato al centro grandi ustioni dell’ospedale Civico di Palermo è Francesco Paolo Di Dia, 44 anni che si trovava insieme ad altri colleghi che hanno riportato ustioni più lievi guaribili in 15 giorni.

La zona dell’impianto è stata sequestrata. Sono in corso indagini per accertare se lo scoppio e il ferimento degli operai sia avvenuto per errore umano o per mancata manutenzione degli impianti.

“Sono ore di apprensione per la nostra comunità. Voglio esprimere la vicinanza, a nome di tutta la cittadinanza, alle famiglie dei feriti – afferma  il sindaco di Partinico Maurizio De Luca – Monitoriamo costantemente la situazione, con i vertici della polizia municipale, gli organi dirigenziali e i componenti della giunta.

Aspettiamo l’evoluzione del quadro clinico. Nelle prossime ore mi recherò di persona al centro grandi ustioni dell’ospedale Civico di Palermo”.