I finanzieri ed i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Palermo hanno denunciato un tunisino sbarcato dalla nave Catania proveniente da Tunisi che trasportava sigarette di contrabbando.

Nel corso dell’ispezione dell’auto sono state trovare 75 pacchetti di sigarette appartenenti al mercato delle “bionde illegali” (cristal, edge ed oris), nonché una confezione di tabacco dal peso di 50 grammi di tabacco (marca “al fakher”), per un peso di un chilo e mezzo.

Il soggetto è stato prontamente deferito all’autorità doganale per l’illecito consumato.

La lotta al contrabbando nelle zone di frontiera resta un obiettivo e una prerogativa del Corpo e dell’Agenzia delle Dogane a difesa degli interessi del Paese sia erariali che sanitari, atteso che l’uso del tabacco proveniente da filiere non ufficiali e certificate, oltre a creare un danno all’erario, può nuocere alla salute dei consumatori.

.