Prima gli spari poi l’arresto di un uomo trovato per le strade del Cep con un fucile a canne mozze nascosto dentro l’auto insieme a una cinquantina di cartucce.

Ieri sera la polizia ha arrestato in via Paladini un 47enne per il reato di detenzione abusiva di arma clandestina. L’uomo è stato portato negli uffici della Questura per accertamenti prima di essere accompagnato al carcere Pagliarelli in attesa dell’udienza di convalida.

Tutto è iniziato poco dopo le 22.30, quando al 113 sono arrivate alcune telefonate per una rissa in strada. Segnalazione alla quale se n’è aggiunta una seconda relativa ad alcuni colpi di pistola esplosi per strada. In pochi minuti il quartiere viene presidiato dalle volanti. Al loro arrivo però, tra via Paladini e largo Ferdinando Fuga, gli agenti non hanno trovato più nulla. Erano spariti tutti e per strada regnava il silenzio,

Poco dopo l’attenzione dei poliziotti è stata attirata da un uomo che era rimasto fermo, non lontano dalla sua auto, forse aspettando il momento migliore per salire a bordo e allontanarsi. La perquisizione ha permesso di trovare proprio dentro la macchina il fucile a canne mozza con le relative munizioni. Tutto materiale di cui il 47enne non avrebbe saputo fornire alcuna spiegazione.

Le indagini della polizia proseguiranno nei prossimi giorni per chiarire cosa sia accaduto ieri sera al Cep, se davvero ci sia stata una rissa in strada e se qualcuno abbia esploso dei colpi di arma da fuoco.