E’ dell’assessore comunale ai Lavori pubblici del comune di Priolo, Tonino Margagliotti, l’auto data alle fiamme a Priolo. Si tratterebbe, dunque, di un’intimidazione ai danni di uno dei componenti della giunta guidata dal sindaco Pippo Gianni.

La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta, affidando il lavoro investigativo agli agenti del commissariato di polizia di Priolo. Gli inquirenti stanno compiendo delle verifiche sull’attività politica ed amministrativa dell’assessore comunale. Al vaglio ci sarebbero alcuni atti che potrebbero aver scatenato la reazione di qualcuno ma le forze dell’ordine non escludono altre ipotesi, tra cui un avvertimento maturato nella sfera privata.

Amaro il commento del sindaco di Priolo, Pippo Gianni

“Sono addolorato ed al tempo stesso nauseato per questo gesto che rovina l’immagine di Priolo. C‘è un clima di odio in paese – dice il sindaco Gianni –   che passa attraverso i social. Qualcuno sta esagerando, speculando sulle criticità del nostro territorio. Nel conto ci sono disoccupazione, una situazione ambientale difficile ed il problema delle neoplasie. Sono i danni creati da chi ha gestito Priolo negli ultimi 10 anni. Respingo con forza questo gesto e proseguiremo nel nostro lavoro con fermezza”.

In passato, proprio a Priolo, si sono verificate delle intimidazioni, sotto forma di incendi, ai danni di esponenti politici. Era capitato a Cristian Bosco, responsabile locale del partito socialista, che sosteneva la candidatura a sindaco di Alessandro Biamonte. In quell’occasione, fu dato alle fiamme il suo appezzamento di terreno.

Una intimidazione che fece seguito a quella nei confronti di un altro candidato al Consiglio comunale, Fabio Castrogiovanni, anche lui sostenitore di Alessandro Biamonte.

L’avvertimento a Castrogiovanni, gestore di un autosalone, si concretizzò con il ritrovamento a ridosso della sua attività un bidone di benzina ed un biglietto con la frase “cercati un amico”.

La striscia di incendi ha anche interessato Siracusa dove è stata danneggiata dalle fiamme la macchina di una donna.