Controlli antiprostituzione di polizia e vigili urbani a Catania hanno portato all’identificazione di 10 donne ‘impiegate’ in Viale Africa, Piazza Galatea, Piazza Mancini Battaglia e nella zona della Stazione Centrale.

Diversi clienti sono stati fermati ed identificati ai quali è stata applicata la sanzione pecuniaria prevista dalla recentissima ordinanza del sindaco  Enzo Bianco che prevede, per gli avventori e per chiunque adesca una prostituta lungo le vie cittadine, la sanzione amministrativa pecuniaria da euro da euro 100,00 a euro 300,00.

Le donne rintracciate sono tutte di nazionalità rumena e polacca, tra queste una minorenne per la quale pende una denuncia di allontanamento della madre. La giovane sarà affidata ad una struttura di accoglienza di questo centro.

“Faremo multe salate sia a chi esercita la prostituzione su strada ma anche ai clienti che si fermano con la macchina”, ha detto oggi il sindaco Bianco, commentando l’ordinanza di “Contrasto alla prostituzione e tutela della sicurezza urbana” che avrà vigore da oggi, 2 maggio, fino al prossimo 31 dicembre.

Il testo recita che “è fatto divieto a chiunque, nelle aree, nei luoghi pubblici, spazi aperti o visibili al pubblico di porre in essere, comportamenti diretti, in modo non equivoco, ad offrire prestazioni sessuali a pagamento; che è fatto divieto, inoltre a chiunque di consentire o invitare la salita sul proprio autoveicolo al fine diretto e non equivoco di contrattare, concordare prestazioni sessuali; è altresì fatto divieto di intrattenersi con soggetti che esercitano l’attività di meretricio su strada al fine diretto e non equivoco di contrattare e concordare prestazioni sessuali”.

Le vie interessate, comprese le aree adiacenti, sono: piazza Europa, Circonvallazione zona est nei tratti di viale Ulisse e viale Andrea Doria, Lungomare Zona San Giovanni Li Cuti, viale Africa, piazza dei Martiri, via VI Aprile, via Luigi Sturzo, corso Martiri della Libertà e vie limitrofe, via Marchese di Casalotto, via Dusmet, via Cristoforo Colombo, via Domenico Tempio, via Acquicella Porto, rotatoria Faro Biscari.

e violazioni ai divieti posti dall’ordinanza saranno punite con una sanzione amministrativa che andrà da un minimo di 200 euro fino ad un massimo di 300.