Sorpresi a rubare uno scooter in un garage, arrestati

Nel corso di servizi notturni di controllo del territorio, gli agenti della Squadra Volante della Questura di Catania sono intervenuti in via Gambetta a seguito di una segnalazione relativa a due individui sospetti che si erano introdotti all’interno dei garage di un condominio. Giunti sul posto, i poliziotti hanno sorpreso due persone intente ad armeggiare su un ciclomotore con l’intento di rubarlo. Dal controllo effettuato, sono stati identificati quali un 41enne marocchino e un 27enne catanese, pluripregiudicati per reati contro il patrimonio.

Ladri recidivi

In relazione ai fatti, i due sono stati deferiti in stato di libertà per tentato furto aggravato in concorso, possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli e ricettazione di una bicicletta elettrica, sulla cui provenienza non sono stati in grado di fornire alcuna spiegazione plausibile. Inoltre, la perquisizione personale ha consentito di rinvenire numerosi attrezzi atti allo scasso, sottoposti a sequestro. Dagli ulteriori accertamenti eseguiti a carico dei due sono emersi numerosi precedenti e diversi arresti e casi di evasione dai domiciliari, registrati soprattutto nell’ultimo mese. Infatti erano già stati segnalati più volte alla competente Autorità Giudiziaria, al fine di ottenere un aggravamento delle misure cautelari.

Minacce agli agenti

Per questi motivi, proprio negli ultimi giorni, sono state emesse, a loro carico, delle ordinanze di custodia cautelare in carcere non ancora notificatigli in quanto irreperibili. In ottemperanza a tali provvedimenti, i due uomini sono stati arrestati e associati alla Casa Circondariale di Piazza Lanza. Il cittadino catanese è stato, inoltre, denunciato per minacce a pubblico ufficiale, per aver proferito frasi minacciose nei confronti degli agenti, fornendo, peraltro, false dichiarazioni sulla propria identità personale.

Il furto di carburante

Un uomo di 40 anni è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Marsala, nel Trapanese, per furto aggravato. I militari sono stati allertati in piena notte per furto di carburante in un’azienda operante nel settore della raccolta differenziata in diversi comuni della provincia. L’uomo è stato sorpreso con due taniche contenenti oltre 30 litri di gasolio asportato verosimilmente poco prima dai veicoli parcheggiati all’interno dell’azienda. Il 40enne è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora nel comune di Petrosino con divieto di allontanarsi dalla propria abitazione durante le ore notturne.