Gadget contraffatti venduti in strada da ambulanti senza permesso durante il concerto del cantante Ghali al Palasport di Acireale (CT). E’ quanto hanno scoperto i finanzieri che hanno svolto un servizio a contrasto della contraffazione dei marchi registrati.

In particolare, le Fiamme Gialle della Tenenza di Acireale hanno sottoposto a controllo 2 napoletani, che,
nei pressi del Palazzetto, vendevano magliette e fasce che riproducevano il volto e il logo dell’artista.

I controlli finalizzati a verificare l’origine dei prodotti messi in vendita e la loro conformità agli standard di sicurezza, permettevano ai Finanzieri di Acireale di accertare che gli articoli di merchandising non provenivano dalla casa produttrice ufficiale e che il logo era stato falsificato ad arte per ingannare il consumatore.

I responsabili sono stati pertanto denunciati alla locale Autorità Giudiziaria per il reato di contraffazione e sono stati sottoposti a sequestro circa 100 prodotti illeciti tra T-shirt e fasce.

Analoghi controlli nel corso del 2018 hanno portato alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di 24 persone per reati connessi alla commercializzazione di materiale illegale.