“La Sicilia ha enormi potenzialità, e non può essere tagliata fuori dall’Europa. Sono qui per presentare un piano da 200 miliardi per infrastrutture e accesso al credito al Sud con i fondi Ue”.

Lo afferma in un tweet il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, che sta partecipando a Catania ad un incontro dal titolo “Sicilia 2030: ripartiamo da un Piano per le infrastrutture”, insieme al Governatore Nello Musumeci.

“E’ inaccettabile che la Sicilia abbia 12 volte meno voli per l’Europa delle Baleari. Serve un rilancio di Comiso e di tutto il sistema aeroportuale siciliano” ha aggiunto il Presidente del Parlamento Europeo.

“Non servono le liti alle quali assistiamo tra Stati come l’Italia e la Francia: serve, invece, risolvere il problema immigrazione. Bisogna intervenire con una strategia a lungo termine e non si può chiedere all’Italia di essere l’unica protagonista di questa strategia: la strategia o è europea o non si può realizzare”.

“Questa è la battaglia del Parlamento europeo – ha aggiunto – se l’Europa non parla con una voce unica, non si riuscirà di certo a stabilizzare un Paese come la Libia per far sì che i migranti rimangano a casa loro non in condizioni di vita pessime, ma migliori di quelle che hanno oggi”.

Ma l’esponente politico forzista non affronta solo i temi istituzionali. “L’appuntamento elettorale europeo – ha detto Tajani –  è un appuntamento dove ogni forza politica concorre con le sue liste. È giusto che Berlusconi si candidi essendo il leader di una forza politica. È stato estromesso, secondo me violando le regole, dal suo seggio elettorale in Senato. E’ giusto che i cittadini possano, loro, riparare ad una ferita che è stata inferta dalla sinistra per una serie di pregiudizi contro Berlusconi”.

“Saranno gli italiani a riassegnare a Silvio Berlusconi un seggio al Parlamento europeo, dove potrà mettere a disposizione dell’Italia e dell’Europa la sua straordinaria esperienza in politica estera”.

“Ricordiamo che grazie a Berlusconi – ha aggiunto – si fece un accordo con Gheddafi che bloccò l’immigrazione clandestina. Grazie a Berlusconi si sono fatti accordi con tanti altri Paesi dove operano imprese italiane. Penso anche alle relazioni con la Russia, che erano completamente diverse da quelle che ci sono oggi. Una sua voce in Europa – ha sottolineato – contribuirebbe a ridurre le tensioni con la Russia e permettere all’Europa di essere ponte tra Stati Uniti e la Federazione russa senza rischiare di essere schiacciata tra le due parti. Nessuno più di lui – ha concluso Tajani – ha contatti e relazioni a livello internazionale, nessuno più di lui conosce lo scacchiere”.

“La Sicilia ed il Sud meritano di più di un governo che gli sta togliendo il cofinanziamento ai fondi strutturali” ha, poi, scritto, in un altro tweet

Leggi anche: Ammodernamento rete elettrica, interventi da 36 milioni da parte di Terna