Nel pomeriggio dello scorso 21 gennaio, agenti della Polizia di Frontiera in servizio presso l’aeroporto di Catania, hanno identificato e denunciato in stato di libertà, per il reato di furto aggravato, un 61enne di Riposto.

L’uomo, in fila per il controllo di sicurezza che gli avrebbe permesso di imbarcarsi per Roma, dov’era diretto, si è accorto che una persona che lo precedeva aveva dimenticato all’interno di una vaschetta “svuotatasche” una collanina in oro e un crocifisso anch’esso in oro con delle pietre incastonate di colore rosso.

Il legittimo proprietario del gioiello, accortosi dell’ammanco, ne aveva già dato comunicazione al personale preposto alla sicurezza, non riuscendo, tuttavia, a rientrarne in possesso; inoltre, essendo in fase di imbarco, la relativa denuncia sarebbe stata presentata a destinazione.

Ricevuta la notizia, gli operatori della Polizia di Stato, attraverso l’esame delle registrazioni del sistema di videosorveglianza, sono riusciti a individuare l’autore del furto.

In effetti, il cittadino di Riposto è stato immortalato mentre, notata la collanina nella vaschetta, vi poggiava sopra i suoi oggetti personali e, dopo aver effettuato e superato i controlli, riprendeva i suoi oggetti insieme alla collanina.

Una volta a conoscenza dell’identità dell’autore del furto, gli operatori di Polizia sono riusciti a rintracciarlo proprio nell’atto di imbarcarsi sul suo volo e lo hanno condotto presso l’Ufficio di Polizia dove, realizzando di essere stato scoperto, ha consegnato la refurtiva, prelevandola dalla propria valigia.