«Abbiamo superato 10mila vittime, è un numero che ci colpisce. Si allarga la ferita nella nostra comunità nazionale, per questo permettemi di esprimere vicinanza alle famiglie dei familiari». Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un videomessaggio su Facebook.

Il premier ha poi affermato che «oggi segnaliamo il numero più alto di guariti. ci confronteremo a inizio settimana con gli esperti e confidiamo che ci portino ottime notizie. Noi ci manteniamo sempre vigili per adeguare le nostre valutazioni sulla base delle loro raccomandazioni».

Conte ha poi annunciato che «ha appena firmato un DPCM che dispone 4,3 miliardi di valore sul fondo di solidarietà dei comuni», aggiungendo che «con ordinanza delle Protezione Civile aggiungiamo a questo fondo 400 milioni, un ulteriore anticipo che destiniamo ai comuni col vincolo di destinarlo alle persone che non hanno i soldi per non fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari».

E ancora: «La ministra Catalfo e l’Inps stanno lavorando senza soste. Vogliamo mettere tutti i beneficiari della Cassa integrazione di accedervi subito, entro il 15 aprile e se possibile anche prima».

«Sappiamo che tante gente sta soffrendo ma lo Stato c’è – ha aggiunto il premier – Vi chiedo di comprendere il nostro sforzo la macchina statuale richiede procedimenti complessi, stiamo facendo l’impossibile», rimarcando che «non vogliamo lasciare nessuno solo abbandonato a se stesso, soprattutto in un momento in cui ci sono delle sofferenze ancora più acuite». «Siamo tutti sulla stessa barca, stiamo tutti vivendo questo disagio e dobbiamo aiutare chi è più in difficoltà», ha detto Conte.