Provate a cercare su Google “adda cuosa“. Così, con tanto di virgolette, perché in questo modo il motore di ricerca si concentra su queste due parole in dialetto siciliano. Ebbene, il risultato è travolgente: 5.650 risultati. E non è finita qui.

Merito di Luciano Di Marco, geometra, palermitano – che tra l’altro oggi compie 53 anni (auguri!) – il ‘personaggio’ di Masterchef 9. Lo chef ‘amatoriale’ (aggettivo in via di eliminazione) ha, infatti, incantato tutti nella quarta puntata del cooking show per antonomasia, andata in onda il 9 gennaio scorso, con un piatto dal nome che è già tendenza: Adda Cuosa o meglio, per scriverla alla internet, #AddaKuosa, con la K rafforzativa.

Ravioli ripieni di brodo di manzo gelificato con ragù di polpo e maionese alle vongole. Sì, tanta buona roba che trova la sua sintesi perfetta in ‘quella cosa’ che, nel linguaggio panormita di Luciano, sta per «inno alle cose belle».

Il piatto non è solo bello a vedersi ma buono per il palato a tal punto da togliere a Bruno Barbieri, che è il giudice più ‘arcigno’ dei tre, la possibilità di «trovare un difetto». Insomma, una perfezione che dà a Luciano la vittoria della Mistery box e incorona ancora di più il siciliano come il giullare (ma bravo) del gruppo degli aspiranti Masterchef.

Luciano, infatti, ispira simpatia battute e sketch come quello con il già citato Barbieri: «Luciano, oggi puoi azzardare»; «Se non azzardo adesso quando azzardo?», «Mi piaci così, capisti?».

Morale della favola – perché favola è davvero e ci auguriamo con il miglior lieto fine possibile – Luciano ha superato un’altra puntata di Masterchef e ora la situazione si fa interessante, in attesa di altre perle…

Postilla: sul suo profilo Facebook, Luciano ha scritto: «Io sono questo, estroverso, solare ma anche molto riflessivo e rispettoso, un vulcano di follia e creatività. Spero soltanto che attraverso questo percorso possiate conoscere il vero Luciano, quello che ha la battuta pronta ma che si emoziona per un ‘Sei bravo’, perché ho lottato, ho creduto in qualcosa e ho coltivato la mia più grande passione: La Cucina.  Questa è la mia rivincita, questo è il mio #AddaKuosa. Io ho usato il brodo come ripieno dei miei ravioli, e voi? Come lo avreste utilizzato? E quale avreste scelto?  Un forte bacio e abbraccio a tutti quelli che mi scrivono costantemente e con cui passo anche ore a chiacchierare nei direct di Instagram, siete i miei amici virtuali, e anche voi siete il mio #AddaKuosa». Beh, sta pure diventando un social influencer!