Barack Obama, ex presidente degli Stati Uniti d’America, ospite di The Late Late Show, a proposito di alieni, ha affermato: «La verità è che quando entrai in carica, ho chiesto: ‘Va bene, c’è un laboratorio da qualche parte dove teniamo gli extraterresti e le astronavi? E la risposta è stata no».

Obama, però, sugli UFO è stato più chiaro e serio: «Ci sono filmati, registrazioni di oggetti nei cieli di cui non sappiamo nulla. Non possiamo spiegare come si siano mossi, quale sia stata la loro traiettoria. Non avevano uno schema facilmente spiegabile».

Quindi, l’ex presidente ha ammesso che gli UFO sono reali. Attenzione, però: gli UFO lo sono di per sé perché è la sigla che indica gli oggetti volanti non identificati. Quindi, non è detto che debbano contenere per forza altre forme di vita.

Sullo stesso fronte, però, negli USA si sta muovendo qualcosa. Infatti, l’Ufficio del Direttore dell’intelligence nazionale e del Segretario alla Difesa dovrà fornire ai comitati dei servizi armati e dell’intelligence del Congresso un rapporto non classificato sui fenomeni aerei non identificati.

Tale requisito è stato inserito in una legge approvata dal Congresso alla fine dell’anno scorso e firmata dall’allora presidente Donald Trump. Un rapporto che dovrà contenere «analisi dettagliate dei datie dell’intelligence sugli UFO raccolti dall”Office of Naval Intelligence, dalla Unidentified Aerial Phenomena Task Force e dall’FBI, secondo la direttiva del comitato di intelligence del Senato».

Inoltre, tale rapporto dovrà descrivere in dettaglio un procedimento «per garantire la raccolta tempestiva dei dati e l’analisi centralizzata di tutti i fenomeni aerei non identificati», designando anche un funzionario responsabile ad hoc. Non era mai successo nella storia degli USA sul versante degli UFO.