• Meghan Markle intervistata da Oprah Winfrey.
  • La duchessa del Sussex ha parlato di ‘razzismo’ all’interno della Casa reale britannica.

Mentre crescono le preoccupazioni sullo stato di salute del principe Filippo, Meghan Markle, intervistata da Oprah Winfrey, ha accusato la famiglia reale britannica di essere stata preoccupata su «quanto sarebbe stata scura» la pelle di Archie prima della sua nascita perché la consorte del principe Harry ha radici afroamericane.

La duchessa del Sussex, come riportato dal Daily Mail, ha anche manifestato il proprio «dolore» perché funzionari della casa reale hanno negato ad Archie il titolo di principe (anche se ha poi detto di non essere attaccata alla «grandezza» dei titoli ufficiali), accusando Buckingham Palace di non essere riuscito a proteggerlo, negandogli la sicurezza 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Meghan, però, non ha riportato il nome di chi, all’interno della casa reale, ha espresso preoccupazione sul colore della pelle di Archie perché sarebbe «dannoso» in quanto questa persona ha cresciuto il marito.

Il principe Harry – che si è unito alla moglie e a Oprah Winfrey per l’ultima parte dell’intervista – ha descritto quella conversazione sul colore della pelle del figlio come «imbarazzante» ma ha rifiutato di rivelare altro, pur sottolineando di essere rimasto «scioccato».

Charles Anson, ex portavoce della regina alla BBC, ha affermato: «Non c’è un filo di razzismo nella Famiglia reale» e ha ricordato «l’enorme sentimento di benvenuto per Meghan e il loro matrimonio».

Anson ha, comunque, riconosciuto che i duchi di Sussex hanno rilasciato un’intervista «molto significativa», sollevando questioni che «devono essere affrontate all’interno della famiglia».