Esalazioni di cloro dalla Spa, evacuato hotel a Roma, 8 intossicati

Evacuato l’hotel Barberini, che si trova al civico 3 di via Rasella, a Roma, per esalazioni tossiche.

Al momento risultano 8 le persone intossicate, per cui sono state necessarie le cure mediche del caso. Sul posto i vigili del fuoco e personale della Polizia Locale, per la messa in sicurezza dell’area e la viabilità della zona.

Stando a una prima ricostruzione, le esalazioni sono riconducibili al cloro che si trova nel locale tecnico a servizio della Spa per il benessere al piano inferiore dell’albergo.

Le 8 persone intossicate (tutte dipendenti dell’albergo) sono state affidate agli operatori sanitari, cinque della quali trasportate in ospedale. Due in codice rosso ma non in pericolo di vita: un 60enne e una donna di 50 anni.

Sono tutt’ora in corso ulteriori accertamenti.

Molti ospiti dell’albergo hanno lamentato bruciore agli occhi e mancanza di respiro. In molti sono scappati dopo avere percepito un forte odore fatidioso, alcuni anche con le mascherine.

La nota dell’albergo

L’albergo Barberini “ha 35 stanze ed erano tutte occupate da turisti”. Così Leonardo Marinelli direttore dell’albergo di via Rasella a Roma.

“Nella struttura c’erano circa 60 ospiti – ha aggiunto Marinelli – ma stanno tutti bene”.

Il direttore ha confermato che il problema si è verificato nella “Spa, dove si è creata la nube tossica. La Spa è stata realizzata nel 2005 e rinnovata nel 2021”.

Che cosa sia accaduto “resta da accertare, l’importante è che tutti gli ospiti stiano bene anche perché nessuno era al piano della Spa a eccezione, purtroppo, del nostro personale e due persone sono ricoverate”.