Oltre 100 persone sono impegnate nelle ricerche del piccolo Nicola Tanturli, il bimbo di 21 mesi di Campanara, frazione di Palazzuolo sul Senio, nel Mugello, in provincia di Firenze.

Le attività continueranno anche in orari notturni con speciali torri faro ed elicotteri a rilevamento termico.

Le ricerche sono seguite dai carabinieri del comando provinciale di Firenze e dai vigili del fuoco, i volontari della protezione civile, il soccorso alpino e speleologico toscano.

Le autorità hanno diffuso alla stampa la foto e i dati del piccolo, nato a Borgo San Lorenzo il 28 settembre 2019. Alle attività di verifica sta collaborando anche la Guardia di Finanza e nuove unità molecolari, con cani capaci di tracciare l’odore.

Il bimbo è scomparso nel nulla, in piena notte. Secondo la ricostruzione degli inquirenti – basata sui rilievi e sulle dichiarazioni rese dai genitori – il piccolo, messo a dormire ieri sera, stamattina non era più nel suo lettino.

La casa dove abita la famiglia si trova in piena campagna, circondata dai boschi, ed è raggiungibile solo attraverso una strada sterrata. Nel giro di qualche centinaio di metri ci sono altre case sparse. I genitori del bimbo sono apicoltori e sono vicini di casa dell’Eco-villaggio Campanara, che dista circa due chilometri dalla loro abitazione, ma non fanno parte di quella comunità dedita alla coltivazione dell’agricoltura biologica, dove vivono tre famiglie.