Eros Ramazzotti, nel giorno dell’uscita del suo nuovo album – Battito Infinito – ha commentato la scelta di Laura Pausini di non cantare Bella Ciao durante un programma televisivo spagnolo.

ll cantautore ha detto: “Bella ciao? È una canzone politica e secondo me Laura ha fatto bene. Noi artisti non dobbiamo cantare né canzoni di destra né di sinistra né di centro. È un momento speciale, dobbiamo parlare di musica. Noi artisti non facciamo politica, facciamo musica”.

La prima tappa del tour mondiale di Eros Ramazzotti è stata a Siviglia, in Spagna, dov’era presente anche la figlia Aurora, balzata nelle cronache del gossip perché incinta. Interpellata sull’argomento, ha detto: “Ho sempre parlato di tutto, ma stavolta rispettate il mio silenzio. Ogni cosa a suo tempo”.

E sul padre: “È sempre stato molto protettivo nei confronti della famiglia, avrei voluto fare la cantante ma lui pensava che potessi farmi del male. Dunque sono onoratissima che mi abbia coinvolta e che in qualche modo mi porti in tour con sé”. La 25enne, infatti, ha firmato il brano Battito Infinito, apertura dei live del nuovo tour: “Non lo sapevo e quando ieri sera l’ho scoperto ho pianto tutte le mie lacrime, non era scontato”.

Aurora ha  parlato anche dell’album “che è frutto degli ultimi anni che abbiamo vissuto: mio padre l’ha scritto in quarantena e dopo la sua separazione. C’è senso di rinascita personale come uomo e come artista, un senso di unione per celebrare la vita”.

Infine, una battuta sulla canzone che ha il suo nome: “Aurora è mia, ma al tempo stesso è un pò di tutti, un inno di rinascita. La sento mia, ma mi piace il sentimento di condivisione che c’è”.