Sanremo, ci siamo. Ora è tempo di mettere da parte le polemiche del passato e di attendere le nuove… Sì, perché già ci ha pensato uno dei big più chiacchierati degli ultimi giorni, con tanto di petizioni e dichiarazioni di parlamentari, a buttarla già sul politico.

Stiamo parlando del rapper Junior Cally che, in un’intervista rilasciata a Rita Vecchio di Leggo, ha affermato di stare con le sardine: «Tutta la vita». Tra l’altro, il 29enne romano Antonio Signore porterà sul palco del festival il brano No, grazie che ha un testo decisamente ‘antipopulista’ con tanto di invettiva contro i due Matteo della politica italiana, Renzi e Salvini: «Spero si capisca/che odio il razzista/che pensa al Paese/ma è meglio il mojito/e pure il liberista di centrosinistra/che perde partite/e rifonda il partito».

Junior Cally ha ammesso che, seppur non stia con il MoVimento 5 Stelle, ha votato per i pentastellati l’ultima volta «ma non lo rifarei mai». Insomma, altra carne al fuoco per le polemiche di stampo politico.

Stasera, quindi, la prima puntata del Festival e tra le Nuove Proposte ci sarà anche Tecla Insolia che, commentando le reazioni alle affermazioni di Amadeus su Francesca Sofia Novello (scelta per «la sua bellezza e per la capacità di stare accanto a un grande uomo (il suo fidanzato Valentino Rossi, ndr), stando un passo indietro»), ha affermato: «Si deve montare un po’ la panna e fare polemica su tutto. È normale che ci siano fraintendimenti, ma le reazioni sono state un tantino esagerate».

Tecla Insolia salirà stasera sul palco del Teatro Ariston con il brano 8 marzo insieme a Fadi, gli Eugenio In Via Di Gioia e Leo Gassmann.