Due forti scosse di terremoto sono state registrate in Albania, entrambe di magnitudo 4.4.

La prima è avvenuta alle 13.38, con una profondità di 10 chilometri. La seconda, pochi minuti dopo, alle 13.52, con una la stessa profondità.

Secondo quanto riportato da alcuni siti internazionali, la città più vicina all’epicentro è stata Kurbnesh. Tirana, invece, è distante 64 chilometri. Non sono stati segnalati, comunque, danni a persone o cose.

Naturalmente il pensiero è andato a quanto avvenuto nel novembre scorso, quando un terremoto di magnitudo 6.5 ha causato la morte di 51 morti, il ferimento di 200 e oltre 4mila sfollati.

Sempre nella giornata di oggi, inoltre, sono state registrate delle scosse di terremoto anche in Italia. Alle 6.22, in Piemonte, tra le province di Cuneo e Asti, c’è stato un sisma di magnitudo 3.1 con un ipocentro a 12 chilometri di profondità ed epicentro tra Neive (Cuneo) e Coazzaolo (Asti). Non sono stati segnalati danni o feriti.

In Grecia, infine, alle 2.52 della scorsa notte, c’è stato un terremoto di magnitudo 5.0, avvertito sull’isola di Celefalonia e non ci sono state notizie su danin o vittime.