L’aula magna dell’istituto comprensivo Silvio Boccone di via del Vespro da oggi porta il nome di padre Pino Puglisi, il sacerdote di Brancaccio ucciso il 15 settembre del 1993 dalla mafia.

Alla cerimonia di intitolazione hanno partecipato il sottosegretario all’Istruzione, Lucia Azzolina, l’arcivescovo Corrado Lorefice, la dirigente scolastica Rosanna Cucchiara.

L’istituto Boccone è stato la sede del seminario dove don Puglisi si è formato, poi dopo essere stato trasformato in istituto scolastico il parroco di Brancaccio vi ha insegnato.

“Don Pino Puglisi con il suo esempio – dice Azzolina – ha lasciato una traccia indelebile nella storia della Sicilia e del Paese. Si batteva per la legalità e per questo è stato ucciso dalla mafia. Dobbiamo raccontare la sua storia ai nostri ragazzi. E dobbiamo dire loro che la mafia può essere sconfitta, ma serve l’impegno civico di tutti. Nessuno può voltarsi dall’altra parte. E questo impegno si costruisce a partire dalla scuola”.

Il sottosegretario e l’arcivescovo sono stati accolti dagli studenti che hanno preparato alcuni canti e hanno rivolto alcune domande su Don Pino e sulla necessità dell’impegno antimafia in questa nostra terra.