C’è già un verdetto nelle elezioni amministrative in corso di svolgimento in Sicilia. A San Mauro Castelverde è stato rieletto sindaco Giuseppe Minutilla, esponente di DiventeraBellissima. Unico candidato in corsa, ha già raggiunto l’elezione grazie all’avvenuto superamento del quorum dei votanti.

«Al caro amico Giuseppe un grande in bocca al lupo per la nuova sfida che lo attende», afferma Alessandro Aricò, capogruppo all’Ars di DiventeraBellissima, aggiungendo: «Ha già dimostrato con i fatti di sapere ben amministrare, pertanto siamo certi che durante il suo nuovo mandato nel ruolo di sindaco- insieme alla squadra di assessori che lo coadiuverà- saprà ulteriormente rilanciare San Mauro Castelverde».

Interviene pure Angelo Pizzuto, coordinatore provinciale di DiventeràBellissima: «In questi anni l’amministrazione comunale guidata da Giuseppe Minutilla ha raggiunto ottimi risultati in tema di sviluppo, lavoro e incremento del turismo».

Riaperte questa mattina alle 7 le urne per consentire il voto ai siciliani chiamati ad eleggere 60 sindaci e consigli comunali nell’Isola. Si vota fino alle 14 di oggi.
Ieri buona affluenza nella prima giornata di voto. Il sistema di rilevazione regionale mostra una affluenza generale dell’45,54%. Risultati leggermente maggiori nelle province che vedono al voto anche i capoluoghi come Agrigento con il 46,05% di affluenza che è però resta inferiore al dato della precedente elezione che superava il 50%. Nella stessa provincia il record di affluenza alle 22 lo detiene sempre Cammarata con il 58,83% un punto in più rispetto ai precedenti.
L’altro capoluogo, Enna, mostra una affluenza del 51,96% anche in questo caso un punto più del precedente. Il record di affluenza alle 19 lo detiene però un comune del Palermiano che torna in testa, è Scillato con il 72,25%.
I comuni interessati alla tornata amministrativa dovevano essere 61 ma Tremestieri etneo è stato escluso dal voto a causa di presunti illeciti penali rilevati dalla magistratura nella raccolta e autenticazione delle firme.
Nei comuni al di sopra di 15mila abitanti nel caso nessuno dei candidati sindaco superi il 40% dei consensi è previsto anche un turno di ballottaggio da svolgersi il 18 e 19 ottobre con le stesse modalità di voto di oggi.