I finanzieri della compagnia di Partinico hanno sequestrato, a Borgetto (Pa), in un grande magazzino inaugurato da pochi giorni da imprenditori di nazionalità cinese, oltre 20.000 articoli tra materiale elettrico ed elettronico, giocattoli, articoli per la casa, piccola pelletteria, orologi, cosmetici e gadgets di vario genere e dispositivi informatici non conformi alla normativa sulla sicurezza, contraffatti e e con marchio Ce falso.

Nel corso dei controlli è emerso che su cinque lavoratori due svolgevano l’attività completamente “in nero”.  Il responsabile, è stato denunciato alla procura di Palermo accusato di contraffazione ed utilizzo di segni mendaci nonché segnalato alla Camera di Commercio per l’irrogazione delle relative sanzioni pecuniarie che ammonteranno tra i 516,46 a 25.823,00 euro.

Per quanto concerne le violazioni in materia di lavoro, invece, è stata avanzata all’ispettorato provinciale del Lavoro di Palermo una proposta di sospensione dell’attività commerciale, stante il superamento della soglia del 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro.