I finanzieri hanno sequestrato in un centro commerciale cinese a Carini un migliaio di prodotti per la casa tra cui lampadine, luci natalizie, accessori per la persona senza i contenuti minimi di informazioni all’utente, pericolosi per la salute dei consumatori in quanto senza alcuna etichetta che recasse l’indicazione della loro composizione, non conformi agli standard di sicurezza della legislazione europea nonché senza l’indicazione dell’importatore e della lingua italiana e con il logo “China Export” invece del marchio “CE”.

Oltre al sequestro della merce sono state elevate multe per 6 mila euro nei confronti della ditta che gestisce il centro commerciale.

L’attività svolta dai militari delle Fiamme Gialle pone in evidenza non solo un’illecita condotta particolarmente insidiosa per i consumatori tratti in inganno sulla reale qualità e conformità della merce acquistata, ma anche, accanto ai rischi per la salute per le persone, il pregiudizio che il mercato legale subisce per effetto di fenomeni di questo tipo, che, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole, fanno venir meno la sana e leale concorrenza del libero mercato.