Danno erariale per l’affidamento della gestione del parcheggio Cirba a Monreale. Lo ha stabilito la Corte dei Conti secondo la quale è stato causato un buco da 360 mila euro ai danni del Comune.

Ad essere condannata a risarcire il danno è stata la Cooperativa Aurora, di Ragusa, che aveva ottenuto dal comune, a partire dal 12 dicembre 2013, l’affidamento triennale del parcheggio Cirba, dietro il corrispettivo di un milione di euro, da versare in rate mensili da 28.000 euro, più un importo variabile pari al 6.1% del volume d’affari conseguito per il servizio, al netto dell’Iva. La società avrebbe dovuto presentare mensilmente una rendiconto del fatturato.

La Cooperativa Aurora, nel settembre 2014, secondo la Corte, smise di fare i versamenti a favore del comune, che procedette a diffidare la società, incassando la polizza fideiussoria di 100 mila euro sottoscritta dalla cooperativa. Nel novembre del 2015 il comune decise per la risoluzione del contratto, ma la società continuò a gestire il parcheggio fino a febbraio 2016. In totale il credito vantato dal Comune ammontava a 465.525 euro.

L’amministrazione comunale aveva ottenuto un decreto ingiuntivo per 448 mila euro, ma il 19 dicembre 2016 la società era stata dichiarata fallita dal Tribunale di Ragusa, così il credito era stato ammesso al passivo.

La Corte dei Conti ha, adesso, condannato la cooperativa Aurora ed in solido il suo rappresentante legale Agata Massari a restituire la somma. Tre immobili già sequestrati a Ragusa sono stati adesso pignorati.

Anche la Procura di Palermo ha aperto un fascicolo ipotizzando i reati di peculato e appropriazione indebita.