“Utilizzare i 41 milioni residui degli ammortizzatori sociali degli anni precedenti (d.lgs 148/2015) per garantire il sostegno al reddito nei settori più colpiti, favorire le procedure per il lavoro a distanza, accelerare la spesa già programmata per fare fronte all’inevitabile aggravarsi della crisi a causa dell’emergenza Coronavirus.

Sono le richieste avanzate dal segretario generale della Cgil Sicilia, Alfio, Mannino durante l’incontro di ieri del governo regionale con le parti sociali.

Una riunione convocata dal Presidente della regione, che oggi incontrerà assieme agli altri presidenti di
regione il premier Conte, per concordare le misure economiche da adottare per fare fronte ai problemi causati dalla diffusione del virus e definire una strategia comune da portare al tavolo del governo nazionale.

Mannino ha chiesto di sollecitare al governo nazionale “misure per il lavoro che riguardino tutto il territorio nazionale, non limitandosi alle zone rosse. Ha inoltre espresso apprezzamento per il sistema sanitario regionale “ che- ha detto- sta reagendo bene, grazie all’impegno profuso dai suoi operatori”.

E ha proposto di lanciare una campagna “Sicilia sicura”, con il coinvolgimento di tutti gli attori sociali.

La prossima settimana seguiranno altri incontri, in particolare uno sul turismo e l’altro sull’apparato produttivo.