La Polizia di Stato ha arrestato Gianluca Altieri, 20enne palermitano, autore della rapina avvenuta lo scorso aprile, ai danni di un banco del mercato ortofrutticolo a Palermo e che, aiutato dalla folla alla Kalsa, era riuscito a dileguarsi.

In quell’occasione, i poliziotti erano riusciti, dopo un lungo inseguimento, a bloccare uno dei due malviventi. Per disperdere la folla che li aveva accerchiati erano stati costretti ad esplodere alcuni colpi di pistola in aria. Un gruppo di residenti era arrivato in soccorso dei rapinatori facendo fuggire, come hanno stabilito le indagini, proprio Altieri.

I malviventi erano arrivati lo scorso 29 aprile bordo di scooter, travestiti con tute da lavoro catarifrangenti, avevano fatto irruzione, con armi in pugno e travisati da caschi, in uno stand del mercato ortofrutticolo, riuscendo ad immobilizzare i dipendenti e a trafugare denaro contante e un orologio che il titolare portava al polso.

Erano  riusciti a fuggire. Le volanti erano riuscite ad intercettato i malviventi durante la fuga, inseguendoli fino alla “Kalsa”, dove, durante le fasi dell’arresto, si era verificato un parapiglia che aveva consentito ad Altieri, aiutato da un altro uomo sopraggiunto con un motociclo, a fuggire.
Nella mattinata odierna, gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Palermo nei confronti dell’Altieri.

Preziose si sono rivelate anche, per il buon esito delle indagini, le immagini catturate da alcune telecamere di videosorveglianza presenti nelle zone limitrofe al luogo della rapina e lungo le vie di fuga dei malviventi. Altieri è stati rinchiuso nel carcere dei Pagliarelli.