Il gup di Palermo Nicola Aiello ha rinviato a giudizio Francesco Crociata e Massimo Cavedoni per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il processo comincerà l’11 settembre prossimo davanti alla quarta sezione del Tribunale.

I due avrebbero predisposto documenti falsi per fare ottenere il rilascio di dieci nullaosta da parte dell’ambasciata ad altrettante persone provenienti dal Bangladesh.

I due avrebbero raggirato le autorità con falsi contratti di lavoro stagionali presso una azienda intestata a
Crociata così da far arrivare gli stranieri in cambio di denaro.
I fatti sono avvenuti nel 2009.