Non faccio mai complimenti ai luoghi in cui suono ma sono rimasto impressionato dai colori di Palermo, davvero. E’ una città romantica. Siete il top dei romantici”
Inizia così la storia d’amore fra Palermo e Calcutta che ieri, 18 luglio, sul prato del Castello a Mare ha fatto ballare e cantare migliaia di fan accorsi da tutta la regione per quella che è stata l’unica tappa siciliana del giovane cantautore di Latina.

Chi ha affrontato viaggi estenuanti in pullman, chi è arrivato all’alba per piazzarsi in prima fila davanti alle transenne. Un vero e proprio pellegrinaggio di ragazzi di ogni età che hanno colorato una serata di festa animata da un Calcutta in grande forma nonostante un vistoso gesso al braccio.
“Il medico voleva impedirmi di essere qui stasera – confessa l’artista – ma come avrei potuto rinunciare a questo spettacolo con voi?”

E allora via con la performance. Tanto spazio ad “Evergreen” (l’ultimo album), ma anche ai vecchi successi in una scaletta composta da tormentoni elettrizzanti e ballate in acustico, mentre in un maxischermo, posto dietro il palco, scorrevano alternatamente inquadrature del pubblico, della band, grafiche e gif animate attinenti ai testi delle canzoni.

Canzoni che, con un linguaggio impulsivo e sincero, provano a mettere ordine in quel caos di sensazioni contrastanti che accompagnano una relazione d’amore o un desiderio difficile da realizzare. Ma è un ordine illusorio perché ogni brano sembra lasciare qualcosa in sospeso, una frase non detta, come a significare che, a volte, non esistono neanche le parole per esprimere tutto ciò che proviamo.

Sorrisi, occhi, lucidi, telefonini costantemente in aria a catturare ogni momento, innamorati che si stringevano più forte alle prime note della “loro” canzone.

Tantissimi giovani, come detto, ma anche qualche genitore che cantava e filmava insieme ai figli. Perché se una volta erano mamma e papà ad influenzare i gusti musicali dei figli, adesso è il contrario.

Quasi due ore di concerto volate via in un baleno, come testimonia la “minaccia” della folla che a mo’ di ritornello ha iniziato a cantare: “se non canti l’ultima noi non ce ne andiamo!”. Fan accontentati.

Palermo conquista Calcutta e Calcutta conquista i palermitani con una festa sana, divertente e liberatoria di cui c’è sempre bisogno.

Il Castello a Mare tornerà a riempirsi il 2 e il 29 agosto 2019 con altri due illustri ospiti della musica italiana: Antonello Venditti e Massimo Ranieri.