Il 18 luglio il tour di Calcutta, pseudonimo di Edoardo D’Erme, farà tappa al Castello a Mare di Palermo.

Uno degli artisti più rappresentativi della scena musicale indipendente italiana, l’idolo delle nuove generazioni che ne conoscono a memoria ogni canzone e che ne fanno la colonna sonora di un periodo di vita, una dedica o un tatuaggio sulla pelle. Sold-out su sold-out, premi, riconoscimenti, milioni di ascolti nelle varie piattaforme musicali online, bastano i numeri per capire l’indice di gradimento del cantautore di Latina che, nonostante l’ondata di successo, mantiene sempre un profilo basso e giocoso, con l’aria del ragazzo della porta accanto catapultato nel mondo delle star.

Evergreen” è il titolo del suo ultimo album da cui prende il nome il tour che sta girando l’Italia da nord a sud. Un percorso di canzoni che parlano una lingua semplice e spontanea che ha saputo conquistare i più giovani e i meno giovani, in grado di raccontare l’amore puro, gli ostacoli di una relazione, la malinconia, la passione, il desiderio.
Una gavetta lunghissima nei locali della sua terra, lontana dai riflettori dei talent show, che ha condotto l’artista alla notorietà nazionale nel 2015, con l’uscita del secondo album dal nome “Mainstream” da cui sono stati estratti i primi successi commerciali: “Cosa mi manchi a fare”, “Gaetano” e “Oroscopo”.

Tra le fonti di ispirazione che hanno influenzato lo stile musicale del cantautore figurano nomi di spicco quali Lucio Dalla, Lucio Battisti e Luca Carboni.

L’area del Castello a Mare è ormai da tempo il luogo di riferimento per alcuni dei maggiori eventi musicali del capoluogo siciliano durante la stagione estiva. I prossimi concerti vedranno protagonisti Massimo Ranieri (2 agosto) e Antonello Venditti (29 agosto)